Carabinieri: il Capitano Di Mauro lascia il Comando di Pescara

Pescara - il Comandante dei Carabinieri cap. Antonio Di Mauro e il comandante Provinciale dei Carabinieri colonnello Eduardo Gambardella

Pescara. Il Capitano Antonio Di Mauro lascia il Comando della compagnia di Pescara per andare a ricoprire un incarico delicato in un Reparto di recente istituzione a Roma.

Originario di Napoli, a 16 anni ha frequentato la Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli, poi a seguire l’Accademia Militare di Modena e successivamente la Scuola Ufficiali dei Carabinieri sita in Roma, ove ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza nonché in Scienze della Sicurezza interna ed esterna presso l’Università Tor Vergata di Roma. Dopo la frequenza del 188° corso di applicazione presso la Scuola Ufficiali di Roma, il suo primo incarico è stato quello di Comandante di Plotone/insegnante presso l’allora Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Velletri (RM), successivamente è stato trasferito in Reggio Calabria quale Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia cittadina e, dopo due anni, è stato altresì trasferito in Roccella Ionica (RC) quale Comandante della Compagnia Carabinieri.

Quattro anni a Pescara. Nell’ottobre del 2017, è approdato nel capoluogo Pescarese. Nel periodo di permanenza a Pescara ha dato prova di grande disponibilità, capacità relazionali ed umane. Nel quadriennio pescarese sono state diverse le attività di polizia giudiziaria svolte dai militari della Compagnia Carabinieri di Pescara, dirette e coordinate da Di Mauro, in sinergia con l’Autorità Giudiziaria, intese a contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti, armi ed usura, per ultima, nel mese di febbraio la brillante operazione che ha portato all’arresto di 6 persone per furti in danno di persone anziane.

Il Capitano Di Mauro ringrazia tutti i Carabinieri di ogni ordine e grado della Compagnia di Pescara nonché la cittadinanza.