Pescara, il Comune ribatte ai disabili: “Ecospiaggia a norma e inclusiva”

- SIDEBAR 1 -
- EVO -
Ultimo Aggiornamento: venerdì, 27 Agosto 2021 @ 10:33

Pescara. “L’Ecospiaggia di Pescara non è un modello perfetto, perché ogni modello è perfettibile e quindi migliorabile, ma è un enorme passo in avanti per il recupero di uno spazio e per l’inclusione: senza barriere architettoniche e, quel che più conta, senza barriere mentali”.

E’ la replica dell’amministrazione comunale di Pescara in replica alle accuse mosse dall’Associazione Carrozzine Determinate sulla mancata accessibilità per le categorie dei disabili della Ecospiaggia.

- EVO -

“L’amministrazione comunale –  prosegue la nota del Comune – è stata attentissima sia alla normativa sulle disabilità sia alle istanze che provengono dal mondo della disabilità, che ha coinvolto in maniera attiva nella fase della progettazione, in quella della realizzazione e persino in quella della gestione dell’Ecospiaggia. Gli attestati giunti da disabili provenienti anche da fuori regione ne danno eloquente riscontro; le gratuite affermazioni provenienti da vicinissimo, invece, non sono ‘distruttive’ ma ‘distrattive’, con finalità incomprensibili, e pertanto inaccettabili nella forma e nella sostanza”.

L’Ecospiaggia “è una realtà di condivisione e di inclusione fattiva – si sottolinea nella nota – come i ragazzi di Sport21 che vi lavorano con entusiasmo e professionalità possono liberamente testimoniare e come tutti – tranne qualcuno che non vuole – possono vedere. È uno spazio per tutti, non una ‘riserva’ per qualcuno. Questo caso conferma – si conclude nella nota – purtroppo che chi più alza i toni non ha sempre ragione, oltre a non avere argomenti per sostenere poche idee, ma confuse”.

-- ALTRE NEWS 0 --
-- ALTRE NEWS 1 --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -

Notizie Correlate