Pescara, impennata di decessi per il Covid: cimitero dei Colli senza più loculi

Pescara. “L’emergenza Covid-19 ha messo a dura prova anche i cimiteri di Pescara. In due mesi si è registrato il 49 per cento di decessi in più rispetto al 2019, imponendo uno sforzo supplementare nella gestione dei due camposanti, soprattutto quello dei Colli Madonna in cui la carenza di loculi ha imposto a molte famiglie di seppellire il proprio congiunto a San Silvestro”.

A lanciare l’allarme è il Presidente della Commissione Attività Produttive-Commercio-Edilizia scolastica-Cimiteri Fabrizio Rapposelli, che ieri ha invitato in audizione l’assessore delegato Mariarita Paoni Saccone e il dirigente di Ambiente Spa Massimo Del Bianco.

“Con l’ingresso nella Fase II e la discesa della curva pandemica, fortunatamente, anche il numero dei decessi sembra scendere e, a partire da agosto 2020, Ambiente Spa, che gestisce il servizio, dovrebbe tornare in possesso di loculi e fosse di inumazione, consentendo in questo modo a chi vorrà di traslare il proprio congiunto”, aggiunge Rapposelli, “e, in tal senso, con l’amministrazione comunale si dovranno  studiare le formule per un possibile abbattimento dei costi a carico delle famiglie”.