Coronavirus, cena in un bar di Avezzano: polizia lo chiude e multa il titolare

Avezzano. Nella serata di ieri, domenica 29 marzo, personale della Sezione Volanti del Commissariato di Polizia di Avezzano, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio predisposti dal Questore di L’Aquila per verificare il rispetto delle disposizioni governative adottate a seguito dell’insorgere e del diffondersi del virus Covid19, ha accertato la presenza, all’interno di un bar, in Piazza Cavour ad Avezzano, di alcuni avventori intenti a consumare prodotti alimentari insieme con il titolare del locale.

A tutti i presenti, secondo il decreto legge numero 19 del 25 marzo 2020, è stata contestata la violazione di cui all’articolo 1 comma 2 lettera A, per aver lasciato il proprio domicilio senza giustificato e valido motivo, che prevede una sanzione amministrativa da euro 300 a euro 3.000.

Al titolare del bar è stata anche contestata la violazione dello stesso decreto legge per aver di fatto somministrato alimenti all’interno del proprio esercizio commerciale nonostante ne fosse stabilita la chiusura. Per tale violazione è prevista inoltre la sanzione accessoria della sospensione dell’attività, da 5 a 30 giorni, a decorrere dalla cessazione dell’emergenza, oltre alla sanzione amministrativa da euro 400 a euro 2.000.

L’inosservanza al divieto di apertura è stata segnalata al Prefetto della Provincia di L’Aquila per i successivi provvedimenti amministrativi.