-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Tangenti ricostruzione L’Aquila, l’indagine si sposta ad Avezzano

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 10:04

tribunale_avezzanoL’Aquila. Il Gup del Tribunale dell’Aquila, Giuseppe Romano Gargarella, accogliendo le tesi difensive, ha stabilito l’incompetenza territoriale dell’Aquila sull’inchiesta relativa a presunti casi di corruzione nella ricostruzione post-terremoto che vede indagati Ezio Stati, sua figlia Daniela, consigliere regionale, il genero Marco Buzzelli, Sabatino Stornelli e Vincenzo Angeloni.

Nei loro confronti il pm Antonietta Picardi aveva chiesto il processo per corruzione in concorso. Secondo l’accusa tutti e cinque, in concorso tra di loro, avrebbero ottenuto a diverso titolo un indebito compenso per l’attività illecita perseguita. Ora però, con il verdetto del Gup dell’Aquila, gli atti verranno trasferiti alla Procura della Repubblica di Avezzano, competente territorialmente, la quale valuterà autonomamente l’indagine, compreso il capitolo delle misure cautelari, che erano state disposte dai giudici aquilani.

Secondo gli agenti della Squadra mobile di Pescara, Daniela Stati avrebbe agito, all’epoca dei fatti in qualità’ di assessore regionale all’Ambiente, attraverso la partecipazione del padre Ezio e dell’allora convivente Marco Buzzelli. Successivamente i due si sono sposati. Gli altri due, Vincenzo Angeloni e Sabatino Stornelli, secondo l’accusa, si sarebbero mossi rispettivamente quale referente delle società Valle del Giovenco e Auxilium Tech, il primo, e come amministratore delegato di Selex spa e presidente della società Valle del Giovenco, il secondo.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,935FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate