Carbone: ‘Gli assetti per le prossime amministrative a Chieti registrano una profonda crisi del centrodestra’

Chieti. “L’ultima seduta del consiglio regionale certifica che la maggioranza non c’è piu. Neanche le nomine fungono da collante”.

Si legge così in una nota di Alessandro Carbone, referente comitato Azione di Calenda, che prosegue: “Com’era ampiamente prevedibile, in virtù della ferma presa di posizione espressa nella giornata di ieri, la Lega ha abbandonato l’Aula nel momento in cui si è trattato di discutere il secondo punto all’ordine del giorno, la lega esce in blocco e saltano le nomine. Questo gesto è solo il preludio di una profonda crisi del centro destra regionale che vede l’apice di questa crisi sulla piattaforma politica che si sta delineando per le prossime amministrative di Chieti dove il centro destra è diviso. Per la terza volta in un anno la maggioranza di centrodestra in regione è sull’orlo di una crisi interna e questo accade quando i poteri romani vanno in contrasto con il territorio e quando il territorio in contrasto con le imposizioni dall’alto rivendica i suoi spazi. È un peccato che in un momento di emergenza sanitaria da una parte e di profonda crisi data da chiusure di importanti aziende sul territorio dall’altra parte il centro destra litighi invece di pensare agli interessi e alle ragioni dell’Abruzzo”.