6.5 C
Abruzzo
giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie ChietiPolitica ChietiI grandi 'saldi' delle società partecipate di San Giovanni Teatino

I grandi ‘saldi’ delle società partecipate di San Giovanni Teatino

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 27 Ottobre 2017 @ 21:03

San Giovanni Teatino. Le società partecipate tornano a far parlare di sé, e se è vero che due per due fa sempre quattro, a San Giovanni Teatino questa semplice regola sembra non valere.

 Dal 2011 ad oggi la ASD Tennis Sambuceto gestisce le attività sportive del locale circolo tennis in accordo con la FB Servizi s.r.l., oggi in liquidazione, e in seguito con la SGT Multiservizi s.r.l. .

 Per regolamentare questa collaborazione viene sottoscritto un contratto che ne definisce da un lato i limiti d’utilizzo per i campi da tennis e, dall’altro, un sistema tariffario scontato allo scopo di stimolare la diffusione di questo sport.

 Qualcosa però non funziona. I fatturati sono estremamente bassi ed il circolo tennis rischia il collasso. Analizzando la situazione il MoVimento 5 Stelle scopre che tutte le regole atte a limitare l’uso dei campi a basso costo riservato alla ASD sono state disattese. Praticamente l’utilizzo dei campi a prezzi bassissimi non ha più alcun limite occupando orari e spazi che dovevano rimanere per il pubblico pagante.

 I normali clienti, quelli che avrebbero dovuto mantenere con la loro passione e le loro prenotazioni il circolo, non riescono a trovare i campi liberi per le loro partite e pian piano abbandonano il circolo, diventato sempre di più ad uso e consumo della ASD. Centinaia di ore in più, rispetto a quelle permesse, al costo di sole 2 euro invece di 15. Tantissime ore prenotate ma, poi disdette all’ultimo momento, lasciando di fatto il campo vuoto, senza neppure pagare le misere 2 euro. Eppure non ci vuole molto a capire che migliaia di euro sfumavano.

 Ancora una volta le società partecipate risultano essere inadempienti non riuscendo ad imporre il proprio ruolo, quello di osservare diligentemente che tutto vada secondo accordi vigenti e che la macchina amministrativa faccia il suo lavoro per il bene di tutti.

 Anche questa volta spetterà ai cittadini coprire i mancati introiti generati da quella che non sappiamo più se essere disattenzione o incapacità. Possibile che per anni nessuno si sia accorto di nulla?

 Il MoVimento 5 Stelle ha predisposto una dettagliata interrogazione che ha posto delle semplici domande al Sindaco:
vogliamo sapere chi ha permesso che venisse mantenuto nel tempo questo stato di cose, vogliamo sapere chi è il colpevole, vogliamo sapere come faranno il Sindaco e le sua amministrazione a recuperare decine e decine di migliaia di euro che per anni sono andati persi .

 Una cosa è certa, anche questo argomento farà parte della corposa documentazione che arriverà presto nelle mani della magistratura contabile.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'