‘Il Sentiero del Qi’ e ‘La banda di Eugenio’, hanno incontrato i protagonisti de la ‘Marcha por la Paz’

San Salvo. I presidenti delle associazioni “il Sentiero del Qi” e “la banda di Eugenio”, rispettivamente Rosita Ruggieri e Tommaso Mariani, comunicano che lunedì 24 settembre i due sodalizi hanno ospitato a San Salvo Marina, Davide, Nina e Bruno, i tre camminatori che assieme agli asinelli, stanno percorrendo la “Marcha por la Paz”, partita lo scorso anno da Santiago de Compostela e con arrivo previsto a Gerusalemme, con passaggio “obbligato” a Roma.

 I tre messaggeri di pace sono arrivati a San Salvo nel primo pomeriggio e sono stati accolti dai soci delle due associazioni, e dopo un pranzo rigenerante e un riposo, sono stati invitati presso il salone parrocchiale della chiesa della Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, dove vi è stato il momento toccante della testimonianza e del confronto esperienziale, oltre ad un rinfresco di specialità e prodotti tradizionali del nostro territorio.

 “Sono felicissima di aver potuto conoscere da vicino questi tre portatori e testimoni di pace e condividere questa conoscenza assieme alle persone con le quali condividiamo il cammino sportivo-aggregante-socializzante, oltre che valori come l’accoglienza, la solidarietà, l’inclusione e le azioni benefiche – afferma Rosita Ruggieri. Non potevamo farci sfuggire un’occasione del genere e poter creare una scintilla positiva che sono certa diventerà una fiamma affettiva che accompagnerà idealmente e emozionalmente, il prosieguo del cammino dei nostri neo-amici fino a Gerusalemme, e anche dopo – conclude visibilmente emozionata”. “Condivido appieno le parole di Rosita – aggiunge Tommaso Mariani .– Sono rimasto molto colpito dal racconto dei tre giovani che hanno deciso “al buio” di incamminarsi forieri di un messaggio di pace, assieme agli asinelli che rappresentano la semplicità, i compagni ideali dei pellegrinaggi già del passato, oltre che animali in via di estinzione. Davide, Nina e Bruno, hanno una luce negli occhi colma di gioia e di calore che solamente una fede forte e un cuore che batte orientato verso il Signore può dare. Ciò è rivoluzionario e affascinate nello stesso tempo – conclude radiante Tommaso”.

 I ragazzi e i loro asinelli sosteranno ancora domani mattina a San Salvo Marina, ma albergheranno ancora nel cuore di quanti stasera li hanno conosciuti e ascoltati estasiati, maturando la consapevolezza che la gioia non è data dalle comodità e ricchezze, ma dal seguire la strada che il cuore indica.