San Salvo, SP 197: il sindaco Magnacca chiede l’intervento del prefetto di Chieti

San Salvo. “Nei giorni scorsi ho scritto al Prefetto di Chieti Armando Forgione per evidenziare le condizioni pietose in cui versa la strada provinciale che collega l’uscita del casello dell’autostrada alla città. Strada completamente dimenticata dalla Provincia, è come se non esistesse e non vorremmo dover adire altre autorità dello Stato per vederci garantito il diritto di consegnare agli utenti una strada percorribile in piena sicurezza”. Ad annunciarlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca che ha chiesto l’autorevole del Prefetto per un “risolutivo intervento in considerazione dell’attuale stato di pericolosità della SP 197 che a causa del fondo stradale, irregolare e divelto, rappresenta un costante pericolo per quanti vi transitano giornalmente”.

Il sindaco Magnacca ricorda come “nonostante le reiterate lettere inviate in questi mesi alla Provincia di Chieti a tutt’oggi non abbiamo ottenuto nessuna risposta circa la tempistica dell’inizio dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza. Anche la nostra consigliera provinciale Elisa Marinelli, pur avendo fatto richiesta da mesi di accesso agli atti, non ha avuto ancora nessuna risposta”.

Nella lettera inviata al Prefetto di Chieti il sindaco di San Salvo evidenzia l’importanza della suddetta arteria sia per i cittadini e sia per le comunità del medio e alto Vastese, utilizzata quotidianamente da migliaia di persone per raggiungere la zona industriale, area produttiva seconda per importanza per la nostra regione dopo l’insediamento della Val di Sangro.

“Ad oggi – sottolinea il sindaco Magnacca – pur avendo sollecitato chiarimenti al presidente della Provincia e al dirigente e direttore dei lavori per la sistemazione del tratto di provinciale che insiste nel nostro territorio comunale, non è dato sapere quando inizieranno i suddetti lavori nonostante siano stati messi a disposizione i fondi Masterplan 2017 destinati agli interventi per la SP 197”.