Treno Pescara-Roma, monta la polemica: cosa si teme

La polemica in atto per il treno Pescara-Roma sta tenendo banco fra le parti politiche locali. Una preoccupazione attanaglia la situazione

Uno dei progetti più interessanti per la mobilità abruzzese è quello relativo al collegamento fra l’Adriatico e il Tirreno tramite un treno. Purtroppo, però, sembra si sia rallentato fra le varie fasi burocratiche che avrebbero dovuto portare alla sua realizzazione. Inoltre, la polemica avvenuta per poter accertarsi che passasse da Sulmona ha aperto altre questioni sulla situazione.

Disagi stazione
Disagi per i treni fra Pescara e Roma (Ansa) – Abruzzo.cityrumors.it

Ad ora, la diatriba relativa al treno che va da Pescara a Roma, unendo le due coste italiane in appena 3 ore, sembra essere parecchio accesa. Ovviamente, a prendere parte alla questione ci sono le varie fazioni politiche locali, le quali sono intervenute per far comprendere al meglio il loro pensiero in merito alla scabrosa questione.

La Società Unica Abruzzese di Trasporto S.p.A., più facilmente conosciuta come TUA, ha voluto chiarire la situazione tramite una nota. “Questo tipo di servizio è in fase di studio”, fa sapere l’ente pubblico con sede a Chieti. “Da tempo abbiamo avviato un’interlocuzione con Rfi per la richiesta relativa all’ottenimento delle tracce utili per poter effettuare il servizio”, fanno sapere dalla TUA.

La preoccupazione più grande

Secondo il consigliere regionale del Pd, Antonio Blasioli, vi sarebbero dei problemi relativi alle manutenzioni dei convogli. In effetti, essi giacciono all’interno di un capannone di Lanciano, dato che non vi erano altri depositi adatti alla loro grandezza. In pratica, si trovano lì da quando TUA li ha presentati, quindi, prima di essere messi sulle rotaie avranno bisogno di alcune manutenzioni straordinarie.

Disagi Pescara Roma
Polemica per i treni fra Pescara e Roma (Ansa) – Abruzzo.cityrumors.it

Ma a preoccupare di più è stata un’affermazione da parte della senatrice del M5S Gabriella Di Girolamo, la quale aveva ricevuto una notizia relativa alla possibilità che il treno non sarebbe passato da Sulmona, snodo principale per la regione del Centro Italia.

TUA, però, tramite la suddetta nota, ha fatto chiarezza sulla questione, mettendo in evidenza il fatto che la tratta avrà diverse fermate, tra cui anche quella di Sulmona, oltre a Pescara, Chieti, Avezzano, Tivoli e Roma Tiburtina.

A prendere parte alla diatriba in merito a questo importante tema è stata anche la consigliera regionale Marianna Scoccia, la quale ha affermato: “Ciò che ha detto la senatrice Di Girolamo non è veritiero”. Dal canto suo, la pentastellata ha voluto chiarire: “Non volevo dare false notizie, ne ho solo commentata una e sono felice che TUA abbia fatto chiarezza in merito”.

Impostazioni privacy