Il canile di Sante Marie potrebbe chiudere: lanciata la petizione per evitarlo

Si è mobilitato il sindaco stesso del comune in provincia dell’Aquila: un fermo ‘no’ alla chiusura del canile sanitario di Sante Marie. Sarebbe l’ennesimo servizio nel territorio marsicano a venire interrotto o tagliato. Lanciata la petizione per evitare che accada.

Lasciare centinaia di cani bisognosi senza le cure necessarie, è ciò che potrebbe accadere presto se il canile sanitario di Sante Marie, comune in provincia dell’Aquila, venisse chiuso. Una sommossa popolare si è scatenata in seguito a questo rischio più che concreto, e a guidarla è proprio il sindaco di Sante Marie, Lorenzo Berardinetti.

canile
abruzzo.cityrumors.it

Il sindaco ha lanciato anche una petizione sul famoso sito change.org per raccogliere firme ed evitare che ciò accada. La chiusura del canile sanitario sarebbe l’ennesimo sgarbo fatto al territorio marsicano, in cui spesso i servizi vengono tagliati o interrotti. Impedire che i cani abbiano il diritto alla cure, è altresì un “atto scellerato”.

Canile di Sante Marie: si spera nella petizione

No alla chiusura del canile sanitario di Sante Marie, la popolazione capeggiata dal sindaco Lorenzo Berardinetti è fermamente convinta che si tratterebbe di un’azione sconsiderata. Pertanto, è stata lanciata la petizione popolare con la speranza che possa avere effetto sulla decisione.

canile
abruzzo.cityrumors.it

Il sindaco Berardinetti è stato chiarissimo, farà di tutto affinché il canile di Sante Marie non venga chiuso: “Il canile non si tocca. La struttura serve non solo la Marsica ma anche l’Alto Sangro e la Valle Peligna e chiuderla sarebbe un atto scellerato e senza alcuna logica, ho già presentato un ordine del giorno al consiglio dell’Unione dei comuni per chiedere a tutti i colleghi sindaci di fare fronte comune e impedire che la Marsica sia spogliata di questo importante servizio“.

La petizione online è stata lanciata sul portale Change.org, punto di riferimento in questi casi, dopo che tanti cittadini hanno chiesto la possibilità di bloccare quello che sarebbe l’ennesimo taglio ai servizi nel territorio marsicano. Il sindaco ha concluso dicendo: “Ci stiamo attrezzando anche per creare dei moduli cartacei da distribuire nei vari comuni della Marsica per permettere a tutti di esprimere il proprio dissenso, il trasferimento di questo importante servizio all’Aquila, dove già c’è tra l’altro il canile sanitario, peserà sulle tasche della Asl, dei Comuni e di tutti i cittadini. Bisogna bloccarlo subito”.

Chiunque può sottoscrivere la raccolta firme cliccando qui, si verrà reindirizzati alla pagina della petizione. È sufficiente digitare nome e cognome e cliccare sul tasto rosso ‘Firma petizione’ per fare la propria parte.

Impostazioni privacy