Pescara in scioltezza: 3-0 contro il Pisa

Pescara (4-3-2-1)  Kastrati; Zappa, Bettella, Scognamiglio,  Masciangelo; Busellato, Palmiero, Memushaj; Galano, Machin; Borrelli. A disposizione : Farelli, Sorrentino, Vitturini, Drudi, Crecco, Ingelsson, Palmucci, Cisco, Maniero, Di Grazia, Brunori, Bocic, Pavone. Allenatore: Luciano Zauri

Pisa (4-3-1-2)  Gori ; Belli, Ingrosso, Benedetti, Lisi ; Verna, Di Quinzio, Gucher ; Siega; Marconi, Fabbro. A disposizione : Perilli, D’Egidio, Aya, Asencio, De Vitis, Fischer, Izzillo, Liotti, Meroni, Minesso, Moscardelli, Pinato, Marin.  Allenatore: Luca D’Angelo

Reti: 14′ Borrelli 63′ Galano 67′ Machin

Arbitro: Simone Sozza di Seregno

Ammoniti: Bettella, Benedetti, Liotti.

Vittoria rotonda del Pescara che, dopo la sconfitta in casa della Juve Stabia, torna a vincere all’Adriatico contro il Pisa. Grande prova del giovane Borrelli e conferma piena di Machin in regia.

Borrelli sblocca la partita al 14′: corner battuto da Memushaj che viene deviato di testa dall’attaccante, rimasto colpevolmente senza difesa, senza neanche saltare. 1-0. L’occasione per il raddoppio arriva al 21′ su rigore: Marconi colpisce bettella anziché il pallone, sul dischetto va Galano ma fallisce la trasformazione e Gori para. I toscani non ritrovano il buon piglio iniziale e il Pescara può gestire in scioltezza, divertendosi al tiro al bersaglio. 3

La ripresa si gioca sulle stesse note, e il Pescara allunga al 63′: Memushaj vede e serve l’ottimo taglio di Galano che brucia Liotti di fisico e batte Gori con diagonale angolato. 2-0. Il tris arriva 4 minuti dopo: Machin irride la difesa e infilza ancora Gori con un sinistro chirurgico sul secondo palo. 3-0. Galano cerca la doppietta personale al 70′ ma trova solo la faccia della traversa. Il Pisa non trova mai la reazione, nonostante l’incitamento dei 300 tifosi in trasferta: al triplice fischio sono i supporter biancazzurri a festeggiare meritatamente la prova della squadra di Zauri.