Fase due-istruzione. D’Eramo: il Governo ha dimenticato le scuole paritarie

“Il governo e la ministra Azzolina, fino ad oggi, hanno dimenticato che la crisi dovuta al Covid-19 coinvolge anche il mondo della scuola paritaria “ lo afferma il deputato Luigi D’Eramo “parliamo di 12.500 istituti dove studiano 866mila ragazzi e lavorano 150mila tra docenti e amministrativi, sono numeri importanti ma, soprattutto, sono persone che meritano rispetto e considerazione dal governo e dal ministro all’istruzione.

 

C’è il rischio che il 30% delle scuole paritarie non possa riaprire il prossimo settembre a causa del mancato pagamento delle rette da parte delle famiglie e questo comporta anche il non poter onorare lo stipendio ai dipendenti degli istituti “ prosegue D’Eramo “ va sottolineato che, in caso di fallimento delle scuole paritarie, ben 900mila ragazzi si riverseranno sul sistema pubblico con un costo per lo Stato e con un problema per il rispetto del distanziamento all’interno delle classi causato dall’incremento di alunni.

 

La Lega ha presentato un disegno di legge per l’istituzione di un fondo da 100 milioni per le scuole paritarie e la destinazione di una quota del 10Xmille al loro finanziamento e, alla luce di quanto esposto,punterà i piedi in sede di approvazione del decreto rilancio e chiederà di fare luce su questa nuova categoria di invisibili creata dal governo a firma PD-5S” conclude il segretario regionale della Lega.