Studio odontoiatrico Abbadini: l’igiene orale nei bambini| Alba Adriatica/ San Benedetto

L’igiene orale è uno dei pilastri della prevenzione della carie. La rimozione costante della placca batterica impedisce agli acidi prodotti da alcuni di questi batteri di erodere lo smalto dentale e determinare la carie.

Studi recenti hanno evidenziato come complessivamente la salute dell’igiene orale stia migliorando ma meno nei bambini. Una delle cause è che ancora oggi è opinione comune che i denti da latte dei bambini, essendo provvisori, siano poco importanti e quindi si sia portati a trascurali.

Al contrario, questi svolgono una funzione fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei bambini. e inoltre la carie può determinare anche una caduta precoce dei denti decidui con conseguente alterazione degli spazi e del rapporto tra le arcate dentarie, tale da provocare disallineamento dei denti permanenti e malocclusioni.

Quindi è importantissimo educare i nostri bambini ad avere cura dei loro dentini sin da piccolissimi. Inizialmente devono essere i genitori a spazzolare i denti dei bambini e successivamente, con l’aiuto dell’igienista dentale, insegnare a spazzolare i denti in modo corretto ed efficace seguendoli costantemente.

Spazzolare i denti deve essere un gioco ed un rito di tutta la famiglia. Non è mai troppo presto per iniziare a guidare i bambini verso buone abitudini d’igiene orale.

Dai 2 ai 4 anni bisogna sviluppare l’abitudine a lavarsi i denti regolarmente; è importante per i bambini ma anche per i genitori.

La placca si forma sui loro denti proprio come negli adulti e può causare gli stessi danni. Ecco perché i genitori dovrebbero prendersi il tempo per spazzolare correttamente i denti dei loro figli e, quando diventano più grandi, abituarli a spazzolarsi correttamente.

Tecniche di spazzolamento:

-Pulire le superfici esterne dei denti ponendo lo spazzolino inclinato di 45° verso la gengiva;

-Muoverlo dalla gengiva verso il dente con una lieve pressione, con brevi movimenti vibratori;

-Quando si pulisce la superficie interna dei denti anteriori, bisogna tenere lo spazzolino in posizione verticale;

-Pulire le superfici masticatorie di tutti i denti spazzolandole delicatamente con movimenti avanti e indietro.

Prima fase (4-24 mesi) Gli spazzolini per bambini devono avere una testina molto ampia e le setole devono essere piuttosto morbide e unite tra loro. Questi spazzolini sono appositamente studiati per i bambini molto piccoli, in modo tale da arrivare a massaggiare le loro delicate gengive.

Seconda fase (2-4 anni)

In questa età il problema fondamentale risiede nella profondità dei molari decidui che è la zona più soggetta alla carie.

L’obiettivo dell’igienista dentale è quello di mantenere la dentizione decidua senza carie, e di educare il bambino ad un’igiene orale autonoma e quotidiana. Gli spazzolini si presentano in diversi colori e con manici con diverse dimensioni, rivestiti da gomma antiscivolo, per migliorare l’impugnatura.

Terza fase (4-6 anni)

In questa fase, di solito, inizia la dentizione permanente. La malattia più diffusa in questa fascia di età è sempre la carie, che si instaura particolarmente sui molari decidui, o se già erotti su quelli permanenti.

Il bambino dotato ormai di mani più grandi è in grado di impugnare il manico dello spazzolino con più sicurezza e abilità; egli, infatti, è ora in grado di completare la sua igiene orale, spazzolando i propri denti con movimenti più estesi e precisi.

 

Reparto di Igiene Dentale

Studio Odontoiatrico dott. Pasqualino Abbadini

Alba Adriatica via Venezia 14 0861752206

San Benedetto piazza Kolbe 0735780425-