Silvi: Scordella attaccato dalle opposizioni e la Lega lo difende

“Negli ultimi tempi – scrive in una nota il coordinatore della Lega Abruzzo di Silvi, Fiore Febbraro – alcuni rappresentanti dei gruppi consiliari di opposizione si stanno rendendo protagonisti di un fuoco incrociato contro il sindaco Scordella e la giunta da lui presieduta.

Non ci sarebbe nulla di strano se alla base della loro polemica ci fossero fatti e argomenti concreti. Al contrario, si tratta di mere strumentalizzazioni che ben poco hanno a che fare con la politica e con i veri problemi di Silvi.

La questione della sicurezza pubblica, punto fondamentale del programma elettorale della coalizione di centrodestra, è al centro dell’attenzione dell’azione amministrativa. Lo confermano la convocazione e gli esiti della riunione del Comitato provinciale sull’ordine pubblica e la sicurezza presieduta dal prefetto di Teramo, promossa dal sindaco e tenutasi proprio nella sede comunale. E’ bastato un mese per toccare con mano i buoni risultati conseguiti e per porre le basi per l’immediato futuro.

Ciò nonostante i consiglieri del M5S su questo argomento non si sono limitati a presentare una mozione, rivelatasi peraltro carente di presupposti sotto il profilo normativo e finanziario, ma pretendevano di imporla all’intero Consiglio comunale senza neppure aver provato prima ad abbozzare una proposta da sottoporre all’attenzione e al contributo delle altre forze politiche. Non solo. Ma, dopo la inevitabile bocciatura della suddetta mozione in Consiglio comunale, la capogruppo Astolfi si è scatenata sui social contro Sindaco e maggioranza accusandoli di scarsa sensibilità verso il problema sicurezza pubblica! Gli amministratori hanno risposto per le rime con argomentazioni tali che hanno smorzato, ancor prima che si accendesse, una polemica del tutto fuori luogo che puzzava di strumentalizzazione politica bella e buona.

Al M5S ha fatto eco l’ex vice sindaco PD Partipilo che è intervenuto senza attenta cognizione di causa sulla sistemazione dei parchi per bambini i cui lavori sono stati affidati alla ditta appaltatrice nel giugno scorso dal commissario De Lucia. Anche in questa circostanza si è rivelata in tutta la sua crudezza la strumentalizzazione politica e, in buona sostanza, la ignoranza in materia, se non la malafede, dell’ex vice sindaco: ha messo sù una polemica sterile quanto incoerente per un gioco posizionato in piazza dei Pini ad opera della giunta di cui lui faceva parte e chiuso prima e smantellato successivamente perché non garantiva la sicurezza per i piccoli utenti, comprendendolo erroneamente tra quelli appaltati a giugno, cioè tra quelli che sono stati installati dopo l’insediamento del sindaco Scordella! Per non dire, poi, della incredibile superficialità con cui ha parlato della presunta insignificanza del cattivo stato del cornicione che sovrasta il parco giochi di Silvi Paese per la cui sistemazione, secondo Partipilo, “zì Biaciuccio” (chi è costui?) avrebbe impiegato solo pochi minuti, mentre l’Ufficio Manutentivo del Comune ha ritenuto di progettare un intervento strutturale poiché i ferri del cemento armato del cornicione in questione sono scoperti e arrugginiti.

La Lega Abruzzo di Silvi propone e chiede ai responsabili di tutte le altre forze politiche una inversione di atteggiamento di fronte ai veri e numerosi problemi della città, per la cui soluzione occorre mettere da parte ogni forma di strumentalizzazione sterile e attuare una schietta sinergia tra cittadini, comitati civici, forze politiche, associazioni culturali e di categoria utilizzando con attenzione e con profitto le grandi opportunità che i social offrono, soprattutto come informazione e conoscenza diretta delle anomalie e delle esigenze dei cittadini”.