Giulianova, Centro Storico poco sicuro e invaso dai piccioni: residenti criticano l’amministrazione

- SIDEBAR 1 -
- EVO -
Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 17:35

Giulianova. Nella serata di ieri in Sala Buozzi in pieno Centro Storico si è tenuta l’Assemblea Cittadina del Quartiere, alla presenza di oltre 45 cittadini residenti,  del problema sicurezza. Durante l’incontro si è discusso anche del caso piccioni, della Sagra Gastronomica di Eccellenze Culinarie, del Progetto Pro Loco e Festa dei Fiori.

In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale presente con delega del Sindaco solo l’assessore Nello Di Giacinto. Insieme ai cittadini erano presenti: il rappresentante dell’Istituto di Vigilanza FI.FA. SECURITY Capitano Spinozzi Paolo;Gaetano Amatucci rappresentante del progetto PIGEON FREE SYSTEM invitato per presentare una proposta destinata a risolvere la dannosa problematica piccioni; e i membri dell’Associazione Nuova Agorà che hanno presentato l’evento gastronomico che si terrà dal 29 Maggio al 02 Giugno in concomitanza del Festival Internazionale delle Bande.

Si è accennato alla possibilità di istituire una Pro Loco, e alla proposta di una manifestazione intitolata “Festa dei Fiori”, che verranno poi riproposte, discusse e votate nella prossima Assemblea Cittadina.assemblea 2

Come sopra accennato, ai cittadini è stato presentato un progetto per combattere la presenza sempre maggiore di piccioni che come ben si sa da sempre rappresentano un problema urbano molto sentito.

- EVO -

Successivamente l’assemblea è stata coinvolta nella presentazione di un progetto di vigilanza a cura della azienda FI.FA. SECURITY. Riguardo questa proposta gli animi si sono infuocati prima di tutto perché questa volta l’Amministrazione Comunale ha presenziato delegando un unico rappresentante, l’assessoreDi Giacinto, ed erano assenti tutti coloro che hanno portato in campagna elettorale le bellezze del Centro Storico, la rivalutazione del Centro Storico, fiore all’occhiello della città di Giulianova, lo sfruttamento del Centro Storico come attrattiva culturale, storica, e turistica.

I residenti ricordano che dall’ultimo incontro sul problema in questione avvenuto il 09 gennaio 2014, (in sede di Assemblea Straordinaria), dove fu proposta la necessità di organizzare un’incontro tra la popolazione, gli organi di pubblica sicurezza ed il Prefetto, ad oggi ancora nulla. Di fronte alle continue richieste di protezione, alle denuncie di comportamenti poco civili, alle segnalazioni anche fotografiche, ci si ritrova davanti ad un muro di gomma che rimbalza solo favole, uguali a quelle che si raccontano ai bambini per farli stare buoni.

La cittadinanza, presente “non solo per pagare le tasse e le imposte comunali, stanca di sotterfugi e di frasi politichesi fatte, pretende dall’Amministrazione, dagli organi di Pubblica Sicurezza che si agisca, prima che si verifichi anche qui ciò che si è verificato in altri comuni: autogestione, giustizia privata, anarchia. C’è bisogno di regole e soprattutto c’è bisogno di figure che garantiscano che le regole vengano rispettate da tutti”.

A conclusione di ciò i cittadini del Quartiere Centro Storico all’unisono, attraverso il presidente del Comitato Anna Braca, chiedono immediatamente che ci sia un’Assemblea Straordinaria Pubblica sulla Sicurezza dove siano presenti tutti gli Organi preposti che operano sul territorio, il Prefetto, il Questore, il Sindaco.

- EVO -
ALTRE NEWS --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -
Error decoding the Instagram API json

Notizie Correlate