Videosorveglianza ad Atri: aggiunte nuove postazioni di ripresa

Atri. Sono terminati i lavori di implementazione del sistema di videosorveglianza sul territorio di Atri che hanno consentito il ripristino dell’impianto esistente e l’aggiunta di nuove postazioni di ripresa. Attualmente l’impianto, composto da 29 telecamere, permette il monitoraggio di molte zone della città ai fini della sicurezza, a questo si aggiunge il controllo veicolare dei mezzi in transito sulle principali vie di accesso cittadino.

Il sistema, ad altissima risoluzione, è in grado di riprendere immagini a 4K, anche al buio, grazie a sensori particolarmente evoluti. Il monitoraggio delle vetture è affidato a sofisticate telecamere ANPR in grado di rilevare il numero di targa dei mezzi in transito, sia in ingresso che in uscita dalla città, allo scopo di rendere più agevole da parte delle forze dell’ordine, il controllo di veicoli sospetti, rubati o segnalati. Le immagini vengono gestire e custodite dal Comando di Polizia Locale, nei cui uffici è installata la sala operativa. L’impianto è stato realizzato con un mutuo di 30 mila euro ed è in grado di interfacciarsi con altri sistemi presenti nelle città limitrofe, al fine di estendere la copertura oltre i confini comunali.

Le postazioni attualmente operative sono dislocate nelle seguenti zone: in Viale Risorgimento-Via Teatro Romano; nella Villa Comunale; in Viale Teatro Romano-Viale Umberto I; nella zona della Chiesa di San Domenico, nel Belvedere; nella rotatoria di Via Falcone; in Porta Macelli; nel Piazzale Cherubini-Viale Umberto I; in Piazza Duomo, nei pressi della Chiesa di San Francesco; in Piazza Duchi d’Acquaviva; in Via Ferrante; in Via Santa Chiara, in Piazza Martella e sul Corso Elio Adriano.

“Si tratta di un intervento molto importante e atteso dai cittadini – dichiarano il Sindaco, Piergiorgio Ferretti e l’Assessore alla Polizia Municipale del Comune di Atri, Pierfrancesco Macera – come noto la presenza di telecamere rappresenta un deterrente per i furti e per atti di vandalismo e qualora questi reati si verificassero comunque, consentono di poter rivedere le immagini per individuare i responsabili. La Polizia Locale, che ringraziamo per il prezioso lavoro, ne usufruirà per intensificare i controlli soprattutto per l’incolumità dei cittadini e del patrimonio culturale della città”.