6.5 C
Abruzzo
mercoledì, Agosto 10, 2022
HomeNotizie TeramoCronaca TeramoVal Vibrata (e non solo) esclusa dal “cammino d’Abruzzo”. La polemica

Val Vibrata (e non solo) esclusa dal “cammino d’Abruzzo”. La polemica

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 9 Marzo 2022 @ 17:21

Val Vibrata. L’intera vallata, ma non solo, esclusa dal “cammino d’Abruzzo”. Quello che rappresenta una sorta di riscoperta e valorizzazione del cosiddetto turismo lento taglia di netto, al momento, parte della provincia di Teramo.

La Val Vibrata in maniera particolare e una serie di località che in qualche modo si affacciano sulla vallata (Campli, Bellante, Mosciano e Valle Castellana). Nei giorni scorsi, infatti, i presidenti delle quattro province abruzzesi hanno ratificato il protocollo d’intesa con l’associazione “Abruzzo a piede libero” con la definizione di quelli che sono i percorsi indicati (e valorizzati) dei camminamenti.

A prendere una posizione chiara è Domenico Di Matteo, consigliere dell’Unione dei Comuni della Val Vibrata, che richiama ad una maggiore attenzione le istituzioni territoriali (Provincia di Teramo e Città Territorio).

Dai percorsi la nostra vallata è stata esclusa”, commenta Di Matteo, “ dalle località della costa a quelle come Civitella del Tronto. Ma anche Campli, inserito tra i borghi più belli d’Italia, Bellante, Mosciano e Valle Castellana. Come mai il territorio è stato escluso da questa opportunità che ha dei riflessi importanti  livello turistico? Come mai il presidente Diego Di Bonaventura ha avallato questo disegno? E chiedo anche al presidente dell’Unione, Domenico Piccioni, di far valere le proprie ragioni”.

 

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'