Teramo, sciopero dei lavoratori delle mense: la solidarietà di D’Alberto

“Esprimo la mia assoluta vicinanza ai lavoratori delle mense degli ospedali teramani, impegnati nella difesa di diritti fondamentali e assicuro la costante verifica dello stato dei fatti, pronto a dar vita alle opportune misure e interventi, qualora nulla dovesse mutare”. A dirlo il sindaco di Teramo e presidente ANCI, Gianguido D’Alberto.

“Aderisco pertanto alla denuncia della Filcams Cgil, relativa al ritardo dei pagamenti degli stipendi per i lavoratori delle mense. È davvero inaccettabile che, soprattutto in questo periodo così difficile ed impegnativo nel quale tutti coloro che operano nel mondo della sanità sono chiamati ad un sovrappiù di impegno, gli stessi debbano trovarsi in condizioni di grave sofferenza e precarietà – prosegue D’Alberto – Sottoscrivo pienamente le ragioni della protesta e manifesto la mia piena solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori delle mense, che pure hanno continuato ad assicurare i pasti negli ospedali, aggiungendo ad un impegno professionale lodevole, una encomiabile sensibilità civile ed umana”.

E conclude: L’estremo ricorso allo sciopero, misura che so assunta con difficoltà in questo periodo, è la prova della gravità della situazione. Per questo, invito l’azienda PAP a riportare immediatamente la vicenda nella piena normalità, annullando il ritardo e rispettando d’ora in avanti i tempi dei pagamenti degli stipendi, rendendo in tal modo implicitamente ragione ai lavoratori, del servizio reso. Al personale impegnato nella rivendicazione dei propri diritti, garantisco il mio continuo controllo non solo dell’evolversi della situazione attuale, ma anche per scongiurarne il ripetersi nel futuro”.