Teramo, ricostruzione: presentata delibera per perimetrazione di aggregati edilizi

Teramo. Il Sindaco Gianguido D’Alberto, nel corso della riunione della Commissione Sisma svoltasi oggi, ha illustrato la delibera di approvazione dei progetti di formazione di aggregati edilizi volontari danneggiati dal sisma, pervenuti a seguito dell’Avviso Pubblico emanato dall’amministrazione.

La Commissione ha sostanzialmente approvato la delibera, che sarà sottoposta al vaglio del Consiglio Comunale nella prossima seduta.

In risposta all’avviso Pubblico sono pervenute diverse proposte, e  all’esito delle verifiche documentali, se ne sono evidenziate 4 che raggiungevano il 100% delle proprietà,  per le quali non c’è necessità di perimetrazione, in quanto  possono procedere autonomamente alla costituzione di un consorzio.

E’ emersa invece l’opportunità di dare impulso, attraverso una perimetrazione, a 4 interventi unitari denominati:
– “Teatro Antico”, sito nel centro storico cittadino tra Via Irelli, Via Paris e Vico del Cigno, per il quale è stata raggiunta una percentuale di adesioni pari al 59,79% della superficie totale.
– “Via Stazio”, sito tra Via Stazio e Via Argentina, per il quale è stata raggiunta una percentuale di adesioni pari all’89,00%.
– “Spiano 1”, sito nella frazione Spiano, per il quale è stata raggiunta una percentuale di adesioni pari al 74,97% della superficie totale.
– “Spiano 2”, sito anch’esso nella frazione Spiano, per il quale è stata raggiunta una percentuale di adesioni pari al 95,62% della superficie totale.

Con la perimetrazione di tali aggregati, che sarà appunto attuata attraverso  deliberazione del Consiglio Comunale, diversi sono  i vantaggi per i proponenti, tra i quali:
– l’unitarietà dell’intervento che dà modo di attuare più agevolmente il miglioramento complessivo della struttura;
– l’aumento del valore parametrico da applicare;
– la possibilità di intervenire anche su  alloggi agibili;
– la possibilità di intervenire su alloggi collabenti, cioè non più agibili o idonei alla funzione per cui erano stati costruiti;
– la possibilità di sostituirsi ai proprietari irreperibili.
Nei  30 giorni successivi all’approvazione della  delibera consiliare, verranno informati i legittimi proprietari delle unità immobiliari ricomprese nelle perimetrazioni, e sarà coinvolto l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione.

Il Sindaco D’Alberto sottolinea il significato della delibera che segna l’accelerazione del processo di ricostruzione, al quale l’amministrazione intende dare impulso considerevole. Rimarca, inoltre, l’importanza delle operazioni, che da un lato mirano a riqualificare significative strutture del centro storico e dall’altro riqualificano quasi per intero una frazione profondamente segnata dal sisma. Infine D’Alberto ricorda che è ancora possibile presentare progetti di aggregati e sollecita pertanto gli eventuali interessati.