Teramo, giornata contro la violenza sulle donne: le iniziative del Soroptimist

Teramo. Dal 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, fino al 10 dicembre, giornata dei diritti umani, il mondo si illumina di arancione per sensibilizzare sulle pari opportunità, sui diritti della persona, sulla pace nel mondo e sulle associazioni che promuovono queste tematiche.

L’arancione è il colore scelto come simbolo di un futuro senza la violenza di genere: quest’anno si illumineranno di arancione le caserme dei Carabinieri di tutta Italia e anche quella del Comando dei Carabinieri di Teramo il cui comandante, Colonnello Emanuele Pipola, ha risposto con immediatezza alla campagna di sensibilizzazione. “La stanza tutta per sè”, progetto nato su iniziativa del Soroptimist, è uno spazio protetto e riservato in cui le donne vittime di violenza che si recano a sporgere denuncia si possano sentire accolte, ascoltate e comprese. In Italia ce ne sono 170.

Il Soroptimist di Teramo ha affisso manifesti che pubblicizzano il numero antiviolenza nazionale 1522 in alcuni supermercati e negozi aperti al pubblico, oltre al simbolo della panchina rossa posta sul marciapiede antistante la scuola Noè Lucidi di Teramo. “Segno concreto è”, si legge in una nota della presidente Anna Di Russo, “la consegna al centro antiviolenza La Fenice di 40 buoni spesa che il centro devolverà alle donne vittime di violenza assistite dall’Associazione. I buoni spesa sono stati realizzati anche grazie al contributo della signora Ileana Lauri, titolare del Conad in via Cona, che ringrazio per la disponibilità”.