Teramo, bando parcheggi: “Il Comune non sa che non c’è obbligo di riassorbimento del personale?”

Il presidente della Tercoop, Leo Iachini, torna sul bando parcheggi e sulle rassicurazioni di riassorbimento del personale dal nuovo gestore.

Secondo Iachini che cita alcune sentenze, “la clausola sociale inserita nei bandi di gara non sancisce l’obbligo di un riassorbimento generalizzato di tutto il personale impiegato dal precedente gestore, ma solo assunzioni ‘adeguate e congrue’ allo svolgimento del servizio. Questo significa che dopo un periodo di rodaggio più o meno breve, i nuovi gestori delle strisce blu teramane avranno la possibilità di utilizzare al massimo una decina di ausiliari del traffico per sanzionare i mancati pagamenti delle soste, mentre i restanti 10/15 addetti potranno trasformarsi ben presto in esuberi da destinare agli ammortizzatori sociali”.

E ancora: “Senza l’obbligo di riassorbimento di tutto il personale, il bando per l’appalto dei parcheggi che l’Amministrazione Comunale intende pubblicare, si riduce ad un clamoroso regalo alla Easy Help/Costruttori teramani, che grazie al diritto di prelazione avrebbero già vinto la ‘gara’ prima di essere svolta. Ci chiediamo e soprattutto chiediamo: il Sindaco Gianguido D’Alberto e l’Assessore Maurizio Verna non erano a conoscenza delle suddette sentenze?”.