Sostenibilità e spreco alimentare: il convegno virtuale

Lo spreco alimentare è un fenomeno che interessa l’intero pianeta con le grandi e gravi contraddizioni del nostro tempo.

 

Una parte del mondo produce troppo e non riesce a consumare le eccedenze disponibili, l’altra parte produce poco e non riceve le eccedenze dell’altra. In Italia recenti ricerche hanno stimato uno spreco pari a 36 Kg. a persona. Ogni famiglia destina nel cestino dei rifiuti 84 Kg di alimenti che potrebbero essere utilizzati. E’ possibile invertire questa tendenza, riequilibrare le disparità e destinare le eccedenze ai più bisognosi? Su questo interrogativo il Rotary Club Teramo Nord Centenario metterà attorno ad un tavolo virtuale aziende produttrici, università, istituzioni, mondo del volontariato, famiglie, che si confronteranno giovedì 26 novembre alle ore 15,30 sulla piattaforma Zoom (per la connessione: ID 390 859 5176 PW 20221), nel corso di un convegno, accessibile agli interessati, dal titolo “Sostenibilità e spreco alimentare”.

 

Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente del Club Stefania Nardini, che nell’annunciare il tema del convegno, in linea con gli obiettivi che il Distretto rotariano 2090 quest’anno si è dato, ha tenuto a sottolineare come l’occasione servirà non solo per presentare esperienze, studi e buone pratiche per ridurre gli sprechi alimentari, valutando come effettuare una redistribuzione delle eccedenze di cibo ai fini solidali, ma anche per creare delle sinergie tra i principali attori, così da avere anche delle ricadute sul territorio locale.

 

Interverranno al convegno l’Università di Teramo con il Rettore Dino Mastrocola ed il Prof. Mauro Serafini, Salvatore Florimbi Vice Segretario Generale della Camera di Commercio, Nicola D’Alterio ed altri autorevoli rappresentanti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e Molise, che presenteranno tra l’altro “Demetra”, un progetto voluto dall’IZSAM che si pone l’obiettivo di sperimentare una nuova metodologia interdisciplinare di ricerca per identificare e misurare i comportamenti alimentari dei consumatori abruzzesi e molisani in un’ottica di prevenzione e riduzione degli sprechi alimentari. Ulteriori contributi sul tema, verranno forniti dalle piccole e grandi imprese dell’agroalimentare abruzzese, con l’intervento dell’Amministratore delegato del Polo Agire Donato De Falcis e dal mondo del volontariato che, per il tramite del Direttore della Caritas di Teramo Don Enzo Manes, toccherà il tema della cultura dello scarto nelle parole di Papa Francesco.

 

 

Di seguito il link per collegarsi al convegno: https://zoom.us/j/3908595176?pwd=aGhBMVg2VGdHMnZia2JKNVc2d09tQT09