Silvi, pubblica sicurezza e igiene al borgo antico: arriva l’ordinanza

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 16 Giugno 2021 @ 16:22

Il Comune di Silvi, Comando della Polizia Locale, ha emanato un’ordinanza con la quale si intende assicurare la pubblica sicurezza, l’igiene e il rispetto delle norme amministrative che regolamentano le attività di somministrazione di cibi e bevande.

L’ordinanza andrà in vigore da domani, 17 giugno, e sarà attiva fino al 15 settembre.

”Il provvedimento amministrativo – ha detto il sindaco Andrea Scordella – si è reso necessario per evitare che si ripetessero i problemi di ordine pubblico e di igiene che si sono verificati nel corso delle precedenti stagioni estive. Siamo del parere che tutti gli esercenti debbano avere il diritto di lavorare. Ma siamo anche decisi ad assicurare a Silvi Paese, fiore all’occhiello dell’immagine turistica della nostra città, un’estate tranquilla, da vivere in serenità, nel rispetto dell’ambiente, dell’igiene pubblica e dei diritti dei residenti. Sono convinto che non sia impossibile coniugare le due esigenze, quella del lavoro e quella della vivibilità. In tal senso l’ordinanza che è stata emanata non è stata pensata né deve essere considerata come una misura repressiva, ma come l’invito a rispettare le norme che regolano tutte le attività all’aperto, rivolto sia agli esercenti che agli avventori”.

“In particolare – ha sottolineato il sindaco Scordella – nell’ordinanza si dispone che lungo il percorso che da via Circonvallazione Boreale, su tutta la zona del Belvedere fino all’ingresso di Corso Umberto I e di via Circonvallazione meridionale è vietata l’occupazione di suolo pubblico con tavoli e sedie se non è garantito il servizio al tavolo con personale addetto alla distribuzione. E’ anche fatto divieto a chiunque, dalle 19,00 alle 05.00, di consumare su tutte le aree pubbliche o aperte al pubblico bevande contenute in bottiglie e bicchieri di vetro, ad eccezione di quelle consumate presso i tavoli delle attività di somministrazione di bevande e alimenti dove c’è il servizio assistito al tavolo e di quelle consumate, con servizio a tavolo, nelle aree autorizzate, tramite concessione di suolo pubblico, individuate nella via Circonvallazione Boreale, Piazzetta Sant’Antonio e Vicolo del Sacco. Nella zona del Belvedere si potranno organizzare esclusivamente piccole manifestazioni culturali statiche, nel rispetto di tutte le norme previste per lo svolgimento di spettacolo aperti al pubblico e di quelle anti Covid-19. Nell’ordinanza – ha aggiunto il sindaco Scordella – è ribadito il divieto di compiere in luogo pubblico atti contrari all’igiene e al decoro, come abbandonare rifiuti al di fuori dei contenitori, recare molestia, o soddisfare le esigenze corporali su strade e piazze”.

A chiunque occuperà il suolo pubblico senza autorizzazione o lo occuperà in misura eccedente rispetto a quella concessa, è prevista la sospensione temporanea dell’attività. Provvedimenti amministrativi analoghi e sanzioni che vanno da 50 a 300 euro saranno comminati anche a chi trasgredisce tutte le altre disposizioni prescritte nell’ordinanza suddetta.