Sant’Omero, impiegata in malattia: il sindaco veste i panni del dipendente dello stato civile

Sant’Omero. Sindaco eletto e impiegato comunale per necessità. Nei piccoli Comuni, storicamente alle prese con carenze di organico, l’emergenza pandemica crea ulteriori problemi e ostacoli.

 

Ecco dunque che all’ufficio anagrafe il sindaco Andrea Luzii si occupa in prima persona di tenere aperto lo sportello al pubblico perché la responsabile, da diversi giorni è bloccata a casa dal Covid e un servizio di tale natura non può essere scoperto. Il sindaco Luzii, che per legge è anche funzionario di stato civile, per alcune ore alla giornata veste i panni dell’impiegato pubblico per rilasciare documenti, carte d’identità, residenze e comunque si dedica al disbrigo di una serie di pratiche che riguardano il settore vitale per ogni municipalità, anche la più piccola.

A distanza il sindaco ha contatti con la responsabile del servizio, per avere le direttive del caso, ma per il resto è lui ad occuparsi di aprire l’ufficio e di fare sportello come un normale dipendente.

E questo in un momento di grande necessità per il Comune.