Roseto, rabbia e delusione tra i commercianti e gli operatori turisti. Inascoltate le loro richieste per il rilancio post Covid19

Tanta rabbia e molta delusione. Questi sono i sentimenti che le associazioni Assorose, Cooperativa Lidi delle Rose, Ara Associazione Albergatori e molti altri esprimono a seguito del nulla di fatto su interventi concreti per la ripresa.

In una nota congiunta i vari organismi lamentano il fatto che l’amministrazione locale non abbia messo in campo neppure una delle proposte che le categorie avevano avanzato.

“Nonostante le numerose sollecitazioni inviate anche in via formale all’amministrazione”, si legge in un documento, “ad oggi nessuna delle istanze presentate è stata accolta e attuata. In particolare erano stati richiesti la sospensione dei tributi locali per l’anno corrente e dei parcheggi a pagamento fino al 31 agosto 2020. Al di là dei proclami pronunciati da tutte le forze politiche su azioni forti e coraggiose a favore dell’economia locale, il dato di fatto è che l’immobilismo di chi ha potere decisionale lascia soli gli imprenditori, aggiungendosi ai ritardi degli interventi del governo regionale e nazionale”.

E’ da sottolineare che le attività si stanno impegnando a riaprire seguendo tutte le normative, anche dispendiose, che questa fase impone con l’obiettivo di tenere viva e accogliente la città sia per i residenti sia per i turisti.

“Di contro però a breve tutti dovranno fare i conti con le imposte e la difficoltà di onorarle”, prosegue la nota, “Questo evento straordinario ha causato un calo di fatturato drastico che in alcuni casi arriva al 100%. Per questo non possiamo accettare questa pericolosa e irresponsabile inerzia. Oltre ad azioni concrete sulle imposte non c’è stata nessuna programmazione sulla stagione estiva con eventi alternativi e azioni di promozione. Il “famigerato” tavolo del turismo è fermo al palo in attesa di cosa? Questo è il momento del coraggio, di rischiare, di mettere da parte le strategie politiche per azioni di responsabilità. Questo è il momento di unirsi per un comune obiettivo: il bene della nostra città”.

Chiaro il messaggio delle associazioni: il futuro economico di Roseto dipenderà da quello che oggi verrà fatto o non fatto, quindi chiedono all’amministrazione di agire immediatamente, prima che sia troppo tardi.