Part-time verticale ciclico, Cgil Teramo: “Diritto alla pensione per chi lavora in appalto”

Teramo. “Importante risultato per tutte le lavoratrici e i lavoratori con un part-time verticale ciclico: finalmente riconosciuto il diritto per le lavoratrici in appalto di poter richiedere il riconoscimento contributivo ai fini pensionistici approvato nella legge di bilancio 2021 (legge 178 del 30 Dicembre 2020)”. A darne notizia sono la Filcams Cgil Teramo e la Funzione Pubblica Cgil Teramo che si dicono disponibili per appuntamenti (soprattutto per coloro vicini alla pensione) attivando uno sportello per l’avvio delle pratiche.

“Un grande risultato arrivato dopo anni di lotte e battaglie e che riguardano le tante, tantissime lavoratrici con un contratto part-time verticale ciclico. La maggior parte di questi lavoratori sono coloro che vengono impiegati negli appalti dei servizi degli enti pubblici e che hanno periodi di sospensione durante l’anno! Si tratta di un risultato politico importante, ottenuto attraverso la mobilitazione di lavoratrici e lavoratori che con iniziative, presidi e tantissimi ricorsi legali negli ultimi anni hanno indotto il Governo ad un intervento risolutivo, che permetterà finalmente ai lavoratori con un part-time verticale ciclico di poter accedere al pensionamento, considerando tutti gli anni di lavoro al pari di tutti gli altri lavoratori”.

E ancora: “Di fatto vengono considerati ai fini del calcolo dell’anzianità contributiva necessaria per acquisire il diritto alla pensione, i periodi di sosta lavorativa. Lavoratrici e lavoratori dei servizi determinanti per il funzionamento e per l’ anima pulsante delle scuole”.

Informazioni allo
0861210944 (centralino Cgil Teramo)
filcamsteramo@filcams.cgil.it
fpcgilte@tin.it