- MASTHEAD -

Nuove risonanze magnetiche per Sant’Omero e Atri: che fine hanno fatto?

- SIDEBAR 1 -
- INIZIO ART -
Ultimo Aggiornamento: sabato, 21 Agosto 2021 @ 15:58

Sant’Omero. “Che fine hanno fatto le due apparecchiature di risonanza magnetica da 1,5 tesla che erano state destinate, con Delibera della Asl di Teramo n. 1739 del 30 ottobre 2018, ai presidi ospedalieri di Atri e Sant’Omero?”.

 

Se lo chiede il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe, che è fortemente preoccupato per il futuro dei due nosocomi teramani che sono vittime, da diversi mesi, di una serie di “scippi” di servizi, personale e non solo da parte di Marsilio e della Verì.

- AD IN ARTICLE-

Sono ben due anni e mezzo che Atri e Sant’Omero attendono l’installazione di questi importanti macchinari – aggiunge Pepe – addirittura al “Val Vibrata” di Sant’Omero sono stati bloccati anche i lavori nell’area che avrebbe dovuto ospitare il macchinario, una scelta difficile da comprendere e che rischia di rallentare, ancora di più, l’iter di collocazione dell’importante macchinario tanto che, tra i corridoi del nosocomio vibratiano, serpeggia già un certo timore che la tanto attesa risonanza non arriverà mai”.

Non c’è più tempo da perdere – precisa l’ex Assessore Regionale – vogliamo sapere dai vertici della Giunta regionale come mai le due apparecchiature ancora non sono al loro posto al servizio delle comunità! Non è infatti tollerabile dover attendere tutto questo tempo senza che la collettività abbia una puntuale di risposta. A tal fine presenterò una interrogazione all’Assessore Veri puntualizzando anche che tali macchinari sono molto soggetti alla obsolescenza e quindi, semmai saranno messe in funzione, la nuova tecnologia avrà abbondantemente superato lo strumento acquisito nell’ottobre 2018”.

- AD IN ARTICLE-
- FINE ART - ALTRE NEWS --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -
Error decoding the Instagram API json

Related articles