Il giorno dell’Immacolata riapre (parzialmente) il santuario di San Gabriele

Martedì 8 dicembre, solennità dell’Immacolata, riaprirà parzialmente il santuario di San Gabriele chiuso dal 13 novembre scorso a causa dell’emergenza coronavirus che ha colpito anche quasi tutta la comunità religiosa del santuario.

 

Per la prima settimana la riapertura sarà limitata solamente al mattino, dalle ore 10 alle 12. Alle ore 11 sarà celebrata la santa messa che sarà trasmessa anche in streaming (www.facebook.com/SantuarioSGabrieleAddolorata – Facebook “Santuario di S. Gabriele dell’Addolorata”). Sarà di nuovo possibile per i pellegrini sostare in preghiera davanti all’urna di San Gabriele. Ovviamente tutti sono invitati a rispettare scupolosamente le norme del distanziamento sociale.

 

E’ stato un periodo non facile il mese appena trascorso per la comunità religiosa del santuario. Infatti, oltre a numerosi religiosi contagiati dal virus, c’è stata anche la morte di uno di questi, padre Lorenzo Baldella, 80 anni, originario di Padula, che era responsabile del Centro di spiritualità San Gabriele. Nonostante l’età, padre Lorenzo era ancora molto attivo e impegnato sia a livello diocesano che nella pastorale di alcune parrocchie e nell’animazione di vari gruppi laicali passionisti.

 

La sua è stata una grave perdita per tutti i passionisti. La comunità del santuario ringrazia di cuore tutti coloro hanno assicurato in questo oscuro e difficile periodo preghiera, vicinanza e conforto. E ricorda di non aver mai dimenticato nella preghiera tutte le intenzioni dei devoti del santo. Un ringraziamento particolare va anche ai medici e al personale sanitario che hanno assistito i religiosi. I passionisti continueranno ad accompagnare con la preghiera tutti coloro, malati, familiari, operatori sanitari, che ancora devono affrontare quotidianamente la lotta contro il virus.