-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Giulianova, Unica Beach vince il ricorso contro il Comune e riapre

Ultimo Aggiornamento: sabato, 24 Aprile 2021 @ 12:15

Giulianova. Unica Beach vince contro il Comune di Giulianova: il TAR salva la spiaggia per cani più famosa d’Abruzzo, con una eccezionale “Sentenza breve” che annulla il diniego del Comune, accogliendo il ricorso “vista la sua manifesta fondatezza alla luce del chiaro dettato normativo in materia”

Dopo anni di battaglie, Unica Beach, la prima spiaggia per animali d’affezione in Abruzzo, voluta nel 2012 dall’allora Sindaco Francesco Mastromauro, ottiene la vittoria definitiva davanti al Tribunale Amministrativo di L’Aquila, e resta aperta ai turisti in vacanza con il proprio pet. Il TAR della Regione Abruzzo ha accolto il ricorso contro il diniego del Comune di Giulianova alla richiesta di proroga della concessione della spiaggia per animali d’affezione, presentata dalla veterinaria Giusy Branella.

La famosia “spiaggia per cani”, dalla lunga vita travagliata, tra consensi e dissensi, tra animalisti e non, potrà finalmente proseguire senza più remore, ospitando gli animali accompagnati dai loro “familiari umani”, grazie alla “Sentenza breve” che il TAR della Regione Abruzzo ha emesso, entrando, eccezionalmente, nel merito, e annullando immediatamente il diniego dato dal Comune di Giulianova.

“Si conclude così – spiega la Branella – un triste capitolo che l’attuale Amministrazione giuliese aveva iniziato a scrivere contro la ‘spiaggia per cani’, Unica Beach, prima e più famosa in Abruzzo, nel tentativo di cancellarla per sempre dallo scenario di questa meravigliosa città turistica. E’ sul diniego emanato dal Dirigente dell’Area IV, che è scesa implacabile la lama tagliente della scure del TAR, annullandolo definitivamente e aprendo alla spiaggia un futuro tutto da vivere e da offrire a decine e decine di turisti in trepida attesa ormai dal mese di marzo. In virtù dell’articolo 182 , comma 2 del DL n.19 /2020 n. 34, convertito in Legge n.77 il 17/07/2020, Legge Rilancio Italia, era stata presentata la richiesta di proroga per la prosecuzione della “‘spiaggia per cani’ di Giulianova, prima della fine dell’estate 2020. A seguito di un lungo iter, il Comune aveva espresso il proprio diniego, vietando la riapertura di Unica Beach, non considerata una ‘vera concessione demaniale’, ma un semplice affidamento, e per tale motivo non meritevole di proroga. Non sol , la pubblica Amministrazione, non si è nemmeno premunita di pubblicare un nuovo bando di affidamento, nei tempi utili perché la spiaggia fosse pronta ad accogliere i turisti per l’ estate 2021. E’ stato cosi indispensabile ricorrere al Tribunale Amministrativo, impugnando l’atto di diniego, per poter tutelare il diritto alle vacanza con il proprio cane di migliaia di turisti, italiani e non”.

Con sentenza numero 00106/2021 del 23/04/21, in riferimento al ricorso proposto dall’associazione Unica Beach contro il Comune di Giulianova per l’annullamento dell’atto di diniego con il quale il Comune ha respinto la richiesta di estensione e proroga della concessione demaniale, il TAR di L’Aquila così si esprime: “Contrariamente a quanto asserito dalla resistente, il rapporto giuridico intercorrente tra la ricorrente e l’Amministrazione Comunale si configura a tutti gli effetti come rapporto di ‘concessione di bene pubblico demaniale (spiaggia)’ … La natura concessoria del rapporto trova puntuale conferma anche nella previsione dell’obbligo posto in capo alla ricorrente di pagare il canone demaniale e la relativa imposta regionale, nonché di rispettare la Disciplina delle aree in concessione per stabilimenti balneari, obblighi che non si giustificherebbero in assenza di una concessione demaniale”

Il Tribunale amministrativo ha quindi stabilito che il ricorso è fondato e quindi accolto con conseguente annullamento dell’atto (dell’amministrazione comunale di Giulianova) impugnato.

La Branella ha quindi ringraziato “lo Studio Legale Associato Mastromauro & Angeloni, che l’ha assistita in questo percorso, portandola al successo più che meritato , dopo anni di battaglie, ma soprattutto di duro lavoro; i Giudici Amministrativi che hanno messo in evidenza l’importanza e la necessità, oltre che l’obbligo di legge, di avere una spiaggia dedicata agli animali d’affezione e il rispetto delle normative entrate in vigore per la tutela del turismo in questo grave periodo flagellato dall’epidemia da Covid 19. Invitando i turisti a trascorrere le proprie vacanze in questa meravigliosa città che proseguirà ad accogliere animali anche in spiaggia, grazie alla presenza di Unica Beach, all’interno della quale, non solo è presente un controllo veterinario, ma la possibilità di far accedere il proprio cane in mare , la sottoscritta comunica che dalla prossima settimana inizieranno i lavori di preparazione della spiaggia”.

“Auspico che l’Amministrazione Comunale si rivolga con maggior predisposizione alla collaborazione e maggior rispetto nei riguardi dei cittadini i quali, ricordo, non sono sudditi. La invita inoltre affinchè provveda ad applicare la Sentenza del Tribunale Amministrativo con gli atti dovuti”, conclude la veterinaria di Unica Beach.

CLICCA E SCARICA LA SENTENZA DEL TAR: SENTENZA UNICA

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate