Giulianova, ragazzo colpito da meningite: profilassi avviata

Giulianova. Avviata la profilassi per tutto il personale medico e le persone che sono state in contatto con il 16enne ricoverato al Mazzini di Teramo per un caso di meningite.

 

Il giovanissime giuliese mercoledì sera aveva partecipato anche ad una festa, poi ieri dopo i primi sintomi è stato accompagnato al pronto soccorso di Giulianova. Dopo le prime cure il trasferimento a Teramo e il ricovero in rianimazione.

Questa mattina sono arrivati nel frattempo i risultati degli esami del caso: si tratta di una meningite di tipo C. “Il ragazzo è arrivato con tutti i sintomi in pronto soccorso – ha detto la direttrice sanitaria della Asl di Teramo, Maria Mattucci – Voglio sottolineare che non era vaccinato e queste cose ci fanno capire l’importanza invece proprio di vaccini obbligatori”.

L’Asl di Teramo ha avviato la profilassi che si esegue solitamente per i casi di meningite. Alla famiglia sono stati anche chiesti i nominativi di tutti coloro che sono stati in contatto con il 16enne negli ultimi giorni ed in particolare i partecipanti alla festa. Il 16enne è in condizioni stabili.

LA NOTA DELLA ASL. “La ASL specifica che, così come pubblicato dal “Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto superiore di sanità, per contatti stretti si intendono: i conviventi considerando anche l’ambiente di studio (la stessa classe) o di lavoro (la stessa stanza); chi ha dormito o mangiato spesso nella stessa casa del malato; le persone che nei sette giorni precedenti l’esordio hanno avuto contatti con la sua saliva (attraverso baci, stoviglie, spazzolini da denti, giocattoli); i sanitari che sono stati direttamente esposti alle secrezioni respiratorie del paziente (per esempio durante manovre di intubazione o respirazione bocca a bocca). Si coglie l’occasione per ribadire l’importanza della vaccinazione antimeningococcica con vaccino tetravalente coniugato ACWY che viene offerto attivamente e gratuitamente nella fascia di età 11 – 18 anni per la protezione degli adolescenti, come previsto dal Piano della Prevenzione Vaccinale e relativo calendario vaccinale. Il suddetto vaccino può essere somministrato a partire dall’anno di età fino a 11 anni con partecipazione alla spesa mentre la vaccinazione antimeningococcica C è gratuita dal 13 mese di vita per i nati dal 2011 in poi. Per i nati dal 2017 vi è  anche l’offerta attiva e gratuita del meningococco B a partire dal 3° mese di vita. Inoltre, nei soggetti a rischio per patologia vi è l’offerta attiva e gratuita dei vaccini antimeningococcici. Per le altre situazioni vi è la compartecipazione alla spesa”.