Giulianova, regolamento per tutelare e valorizzare le attività storiche

Giulianova. La Giunta Costantini sta lavorando alla stesura del regolamento per la tutela e la valorizzazione della attività storiche della città, con il quale intende premiare le realtà commerciali, artigianali e turistiche giuliesi, cuore pulsante della vita sociale, economica ed aggregativa del territorio.

Il regolamento, che dovrà essere approvato in Consiglio Comunale, individua come “attività storiche” i negozi storici, intesi come unità locali che svolgono mansioni di commercio al dettaglio in sede fissa; i locali storici, intesi quali unità locali esclusivamente o prevalentemente dedite alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande; gli esercizi turistici; le botteghe artigiane.

Tali realtà, ubicate nel territorio comunale, per essere riconosciute come “storiche”, devono esercitare la medesima attività da almeno 40 anni, con la stessa denominazione ed insegna, anche con gestioni o proprietà diverse, a condizione che siano state mantenute, nel tempo, le caratteristiche originarie della stessa.

Sono due le categorie di età, riportate nel regolamento, a cui gli esercizi potranno riferirsi per la presentazione delle istanze, ovvero 40 e 50 anni di attività.

L’ufficio S.U.A.P. del Comune di Giulianova provvederà al riconoscimento delle attività storiche e di tradizione segnalate sulla base delle caratteristiche e dei requisiti e, con cadenza annuale, approverà e pubblicherà l’elenco degli esercizi che hanno ottenuto il riconoscimento dell’Ente all’interno dell’Albo Comunale delle attività storiche e di tradizione, che verrà appositamente istituito ed aggiornato con le integrazioni.

“L’iniziativa è volta a valorizzare quelle attività che hanno resistito ai cambiamenti e alle difficoltà che nel tempo il comparto del commercio ha affrontato – dichiara l’assessore al Commercio Marco Di Carlo – sicuramente, realtà che hanno festeggiato i 50 o i 40 anni di operosità, sono sinonimo di qualità dei prodotti e dei servizi offerti. A loro tutta la città è riconoscente per il contributo socio-economico che hanno apportato ed è orgogliosa di poterle celebrare con un gesto che attesti la vicinanza dell’amministrazione comunale, attraverso la consegna di una pergamena e di una targa espositiva che le identifichi nei confronti della propria utenza, dei turisti e degli avventori. Sarà inoltre nostra volontà dar loro la giusta visibilità attraverso il portale web turistico della città. La bozza di regolamento per la tutela e la valorizzazione delle attività storiche cittadine è stata già sottoposta al vaglio della Consulta del Commercio e verrà presentata nel prossimo Consiglio Comunale”.