Giulianova, la protesta degli studenti del liceo Curie. “Meglio continuare in DAD in questi 2 mesi che mancano” NOSTRO SERVIZIO


Meglio la didattica a distanza che tornare in classe se non ci sono tutte le garanzie di sicurezza contro il covid e il rischio di contagiare e di essere contagiati.

Gli studenti del liceo scientifico Marie Curie di Giulianova hanno scelto, almeno per il momento, di evitare il rientro in aula. La possibilità di contrarre il covid e di trasmetterlo poi ai propri cari, ai genitori, ai nonni, è troppo alto.

Uno sciopero anomalo quello organizzato dai liceali ma che ha un significato molto importante. L’adesione è stata alta, il ritorno in classe degli studenti cioè di quelli che hanno scelto di non prendere parte alla protesta, è nell’ordine del 10 per cento.

Il timore prevale tra i ragazzi come ha spiegato il rappresentante d’istituto Stefano Ciprietti.
La formula della didattica a distanza quindi sino al termine dell’anno scolastico è una soluzione per ultimare gli studi e per evitare il rischio di contagio.