Controlli anti-assembramento tra Alba, Tortoreto e Martinsicuro: il bilancio

Alba Adriatica. Dieci sanzioni per spostamenti senza giustificato motivo, due denunce e multe anche per 5 automobilisti. Mentre si assiste al complessivo rispetto nell’uso dei dispositivi di protezione.

 

Sono alcuni dei dati del controllo straordinario del territorio, in tema di rispetto delle misure anti-contagio, effettuato dai carabinieri della compagnia di Alba Adriatica nel territorio di competenza.

L’intensificazione dei controlli, con l’obiettivo di rispettare le norme anti-contagio soprattutto nel fine settimana, è stata pianificata nel corso dell’ultima riunione del comitato dell’ordine e la sicurezza pubblica indetto dal prefetto di Teramo, Angelo De Prisco.

In questo ambito, la compagnia dei carabinieri diretta dal tenente colonnello Emanuele Mazzotta, con il supporto del nucleo radiomobile e della varie stazioni, i militari hanno effettuato controllo sul territorio costiero (Martinsicuro, Alba Adriatica e Tortoreto). Particolari attenzioni sono state riservate alla volontà di arginare forme di assembramento tra gruppi di amici, finalizzati al consumo di cibo e bevande ed evitare ogni forma di contagio.

I controlli hanno anche riguardato la circolazione stradale con posti di controllo lungo le principale arterie stradali.

Il bilancio dei controlli. Nel corso delle attività, sono state controllate 84 persone e 52 autovetture e acquisite 73 autocertificazioni. Dieci i cittadini sanzionati per aver violato il divieto di spostamento senza giustificato motivo per complessive 5333 euro.

Due persone sono state denunciate: una per inosservanza per il foglio di via obbligatorio e una per il rifiuto di sottoporsi all’accertamento sullo stato di ebbrezza. Inoltre, sono state ritirate due patenti di guida e una carta di circolazione e una vettura sottoposta al sequestro. Dieci le attività commerciali controllate, mentre sono state elevate 5 sanzioni per il codice della strada per un importato di 599 euro.

Il bilancio da parte dei carabinieri parte di un generale rispetto delle norme che riguardano spostamenti, assembramenti e utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.