Campli, si finge finanziere e riesce a raggirare una barista. L’indagine

Campli. Si finge finanziere e riesce a spillare dal registratore di cassa di un bar di Campli, delle somme di denaro.

 

Un uomo di Tortoreto, G.N. già noto alle forze dell’ordine, dopo accurare indagini da parte dei carabinieri di Campli, è stato identificato e poi denunciato.

Dovrà rispondere di usurpazione di funzione pubblica, violenza provata, truffa e offerta di stupefacenti.

La vicenda. L’uomo, nelle scorse settimane, si era presentato in un bar di Campli, gestito da una donna, e si era qualificato come ufficiale della guardia di finanza. Con una serie di raggiri era riuscito, dopo ad entrare nelle grazie della donna, e poi fingendo fantomatiche operazione di servizio, era anche riuscito ad impossessarsi di alcune somme di denaro presenti nel registratore di cassa.

La donna, però, ha in qualche modo “mangiato la foglia” quando il 40enne, in una circostanza, si è fatto accompagnare fino ad Alba Adriatica dove ha acquistato una dose di cocaina. Sostanza che avrebbe offerto anche alla barista. A quel punto, la donna ha capto che qualcosa non andava e ha raccontato tutta la vicenda ai carabinieri, fornendo una serie di dettagli e particolari

I militari hanno ricostruito l’intera vicenda e dopo aver identificato il finto finanziere lo hanno denunciato al tribunale di Teramo.