Atri, truffa sul sito di vendite online: denunciato dalla polizia

Atri. Dietro l’acquisto online si nasconde una clamorosa truffa e dopo che l’ignaro acquirente versa una somma di 250 euro, l’annuncio scompare e il fantomatico venditore si rende irreperibile.

 

Al culmine di un’indagine molto accurata, gli agenti del commissariato di Atri hanno denunciato un romano di 72 anni. L’accusa è di truffa.

Un uomo di Atri, nel mese di marzo, aveva visionato su di un sito di vendite online di cose usate, aveva trovato un accordo con un inserzionista per l’acquisto di una macchina fotografica del valore di 600 euro.

 

 

Dopo aver effettuato un bonifico bancario di acconto per 250 euro al sedicente venditore questi, non solo aveva cancellato l’annuncio, ma si era reso anche irreperibile all’utenza telefonica fornita, ovviamente risultata poi intestata ad altro soggetto.

 

L’attività di indagine della squadra Anticrimine del Commissariato, anche attraverso concreti collegamenti con alcuni analoghi uffici della Capitale, ha permesso di identificare e denunciare in stato di libertà il 72 enne.