Atri in Azione segnala crepe e avvallamenti sulla SS553 FOTO

Atri. Il gruppo ‘Atri in Azione’, che ha come referente cittadino Michele Capanna Piscè, ha ricevuto segnalazioni su crepe e avvallamenti che interesserebbero la SS553 sotto l’ospedale San Liberatore.

“Dopo diversi anni in cui la strada è stata interdetta al traffico per una importante frana, e dopo la sua riapertura avvenuta il 10 Agosto scorso alla presenza delle autorità regionali e comunali, a distanza di 4 mesi ci troviamo a dover constatare che i lavori di intervento, di consolidamento e messa in sicurezza operati dall’ANAS forse non hanno dato i risultati desiderati”, scrive il referente di Atri in Azione.

“Questo alla luce dell’attuale stato del fondo stradale, nello specifico in alcuni tratti del centro della carreggiata, si notano crepe sull’asfalto abbastanza evidenti e profonde ma, in particolare, si riscontra l’avvallamento di una parte della carreggiata che, se percorso a velocità sostenuta rischia di far sbandare il mezzo che malauguratamente dovesse transitarci sopra. Questo ancora più insidioso se viene percorso nelle ore notturne”.

“Noi di Atri in Azione chiediamo all’amministrazione di voler portare con immediatezza a conoscenza della società ANAS di questo pericolo in maniera da procedere alla sua sistemazione prima che qualche importante evento atmosferico ne peggiori ulteriormente lo stato. Altresì chiediamo all’Amministrazione di far apporre i dovuti segnali stradali di pericolo sul tratto interessato”.