Anno scolastico 2021/22: in provincia di Teramo 354 posti disponibili per il ruolo

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 21 Luglio 2021 @ 18:16

Il Ministero dell’Istruzione ha ricevuto l’autorizzazione da parte del MEF all’immissione in ruolo di 112.476 docenti per l’anno scolastico 2021/2022. Di questi 1576 riguarderanno l’Abruzzo.

Contestualmente il Comitato Tecnico Scientifico (CTS) ha consigliato le norme di sicurezza da osservare a settembre, in occasione del rientro a scuola. Restano confermate quali misure fondamentali per prevenire il contagio: distanziamento personale, uso delle mascherine, copertura vaccinale del personale e degli studenti

Mentre l’indice Rt è passato in pochi giorni da 1,3 a 1,8 e la fascia d’età più colpita dalla variante Delta è quella che va tra i 10 – 19 e tra i 20 – 29 anni. Per una parte della popolazione scolastica, tra i 10 e i 19 anni, pari a 5 milioni e 700mila risultano vaccinati con prima dose il 21,35 % e solo il 6,72% con seconda dose. Il CTS nel parere diffuso il 16 luglio 2021 sostiene l’importanza della vaccinazione nella scuola, per il personale e per gli studenti a partire dai 12 anni.

Il contesto scolastico, assolutamente immutato per misure di prevenzione rispetto allo scorso anno, con le medesime dotazioni di personale, di capienza dei locali e di organizzazione dei trasporti, può contare, secondo i dati oggi disponibili sul livello nazionale, una copertura del personale all’86% e degli studenti al 6,72%.

La FLC CGIL Teramo ribadisce che per garantire la frequenza in classe in presenza e in sicurezza è necessaria l’assegnazione alle scuole per tutto il prossimo anno scolastico di un contingente di organico aggiuntivo e l’individuazione modalità di reclutamento rapide e chiare dal punto di vista normativo, per la copertura di tutti i posti che, anche quest’anno saranno affidati ai docenti precari. Occorrono, per la riapertura in sicurezza, tavoli locali di coordinamento relativa ai trasporti, e screening per una fotografia iniziale delle condizioni di diffusione del virus e per il monitoraggio periodico di eventuali focolai: queste le misure da attivare immediatamente per non compromettere ancora una volta l’anno scolastico prossimo.

Di seguito le disponibilità per le immissioni in ruolo in Provincia di Teramo:

“Lo stesso contingente per le immissioni in ruolo (di 1576 posti in tutta la regione Abruzzo) non coprirà i posti disponibili e vacanti per l’assenza di graduatorie specifiche. E’ la dimostrazione del fallimento delle politiche sul reclutamento e sulla formazione. E il precariato rischia di aumentare il prossimo anno scolastico. Occorrono scelte coraggiose e strutturate”, conclude FLC CGIL Teramo assicurando che continuerà a battersi “perché venga riconosciuta l’importanza di garantire una scuola pubblica di qualità agli studenti e alle studentesse”.