Alba Adriatica, il Covid si porta via l’imprenditore della ristorazione

Alba Adriatica piange un’altra vittima del Covid. Si è spento a 53 anni, all’ospedale di Giulianova dove era ricoverato da alcuni giorni, Claudio Bretti.

 

L’imprenditore e operatore del mondo della ristorazione (ha gestito locali tra Alba Adriatica, Tortoreto e Giulianova), viveva nella frazione di Villa Fiore assieme alla moglie. Non aveva figli. Personaggio molto conosciuto e apprezzato, che nel corso degli anni si era distinto nelle sue attività nel mondo turistico e della ristorazione.

 

La scomparsa di Claudio Bretti, referente regionale dell’associazione “Orgoglio partite Iva”, ha subito fatto il giro della cittadina costiera e nel popoloso quartiere sud di Alba Adriatica che lo aveva visto crescere. Anche il sindaco Antonietta Casciotti, a nome dell’intera comunità, ha voluto ricordare la scomparsa di Claudio Bretti. “Un nostro concittadino ci lascia lasciando nel dolore la famiglia che sino alla fine ha sperato di poterlo riabbracciare”, scrive la Casciotti. “Esprimo la mia vicinanza alla moglie e porgo anche a nome dell’intera Comunità le più sentite condoglianze a tutta la famiglia”.

I funerali si Claudio Bretti si terranno venerdì prossimo nella chiesa di Villa Fiore.