Alba Adriatica, covid ed erosione: tutte le riduzioni nel nuovo piano finanziario della Tari

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 29 Luglio 2021 @ 19:04

Alba Adriatica. Un taglio significativo della Tari per tutta una serie di attività commerciali e produttive. Riduzione che diventa ancora più “pesante” per le attività balneari della zona nord di Alba Adriatica, penalizzate dai fenomeni erosivi.

 

La giunta comunale di Alba Adriatica ha dato sostanza, attraverso una specifica delibera, a quelle che saranno le tariffe della Tari per il 2021 e che troveranno un’applicazione concreta in occasione della seconda rata di pagamento: il saldo, da versare entro il prossimo 31 ottobre. Domani, in sede consiliare, il pacchetto delle agevolazioni tariffarie sarà portato in approvazione dall’assessore al bilancio Simone Pulcini con riduzioni, per categorie specifiche, che fanno dal 20 al 100%, mentre un’attenzione particolare è stata rivolta alle attività balneari presenti nella zona nord della cittadina, dove l’alleggerimento tariffario (per via dell’erosione e della riduzione del fronte mare), va dal 50 al 70% della tariffa, tra quota fissa e variabile. “Tale percorso”, sottolinea l’assessore Pulcini, “ nasce dalla volontà chiara di sostenere le attività colpite dagli effetti pandemici da un lato e dalla riduzione della spiaggia dall’altra.

 

Le agevolazioni

 

Riduzione del 20% della tariffa: distributori, uffici, agenzie, barbieri, parrucchieri, estetiste, attività artigianali (fabbro, elettricista, falegname, idraulico), autofficina, meccanico, carrozziere, altre attività artigianali, autosaloni, esposizione.

Riduzione del 35% della tariffa (fissa e variabile): cartolerie, librerie, negozi beni durevoli, calzature, ferramenta, negozi antiquariato, cappelli, filatelia, ombrelli, tappeti, tende e tessuti.

Riduzione del 50%: bar, caffè, pasticcerie.

Riduzione del 65%: osterie, pizzerie, ristoranti, trattorie, birrerie, hamburgherie, mense.

Riduzione del 100%: associazioni, musei, biblioteche, scuole da ballo, scuola guida, cinema, teatri, impianti sportivi, palestre, agenzie di viaggio, sale giochi, agenzie scommesse, discoteche, night club.

Stabilimenti balneari. Per l’anno 2021, il provvedimento messo a punto dall’amministrazione civica prevede per le concessioni demaniali presenti nel tratto compreso tra la Bambinopoli e via Firenze una riduzione differenziata della Tari. Il 70% di abbattimento riguarderà quelle attività che non hanno beneficiato di nessun ampliamento della spiaggia, il 50% sarà riconosciuto invece a quelle attività, sempre nel tratto di maggiore erosione, che hanno invece beneficiato di un ampliamento temporaneo della propria concessione.

I provvedimenti adottati cubano, sul piano finanziario n investimento di 225mila euro per le utenze non domestiche (con il fondo governativo), mentre le agevolazioni per gli chalet ammontano a circa 30mila euro saranno finanziati da fondi comunali.