Ail, costituita la sezione teramana intitolata a Graziano Petrini

Teramo. Si è costituita ufficialmente lunedì scorso la Sezione AIL (Associazione italiana contro le leucemie e i linfomi) di Teramo intitolata al compianto Graziano Petrini, un cittadino prematuramente scomparso a causa della leucemia.

 

“Una persona che ha fatto dell’amore verso il prossimo la sua ragione di vita e che ha lasciato un testamento di umanità e solidarietà raccolto dal cognato Claudio Boffa, il vice presidente dell’associazione, insieme a Giuseppe Paterna, il presidente, e i 25 soci fondatori che hanno dato vita alla sezione teramana. Un traguardo importante per la nostra provincia che finora ha fatto parte della sezione interprovinciale di Pescara e che ora avrà una propria sede operativa, un consiglio di amministrazione e un comitato tecnico – scientifico costituito dai medici del reparto di ematologia dell’ospedale “Mazzini” di Teramo e presieduto dal dottor Manlio Ricciotti”, si legge in una nota dell’Associazione.

“Un progetto che Graziano Petrini aveva già intrapreso da volontario Ail su suggerimento del professore Giuseppe Fioritoni suo amico e primario del reparto di ematologia dell’ospedale di Pescara, ma che non era riuscito a portare a termine per la malattia che si era abbattuta sulla sua vita fatta di sorrisi e gesti sempre rivolti agli altri. Da volontario era diventato a sua volta “ospite” nel reparto di Pescara per il quale aveva raccolto 5mila euro di donazioni e nella sua battaglia per la vita, fino alla fine, non aveva smesso di immaginare la sezione teramana. E’ stato lui a esortare la propria famiglia e in particolare suo cognato Claudio a dare un fattivo contributo ai malati e ai propri famigliari”.

“Dopo la scomparsa del caro Graziano mi sono sentito investito di un incarico troppo importante al quale non potevo rinunciare”, aggiunge il cognato di Petrini, Claudio Boffa, “con lui sono state gettate le basi della neo sezione che prende oggi, inevitabilmente, il suo nome. E abbiamo voluto perseverare nelle intenzioni di Graziano e del professor Fioritoni per dare un contributo importante al reparto teramano inadeguato per adempiere alle esigenze delle terapie e delle cure e per dare un sostegno ai tanti malati e alle proprie famiglie. È grande la soddisfazione per aver raggiunto l’obiettivo di creare la sezione Ail di Teramo dopo un percorso condiviso con Ail nazionale. Ciò è stato possibile”, aggiunge, “grazie all’impegno dei soci fondatori e di tutti i nostri volontari che hanno prestato la propria opera gratuitamente, con l’obiettivo di mettere al centro il malato e la propria famiglia”.

“Oltre alle note campagne nazionali “Stelle di Natale” e “Uova di Pasqua”, conclude il presidente Paterna, “abbiamo in animo di realizzare numerose iniziative di raccolta fondi con l’obiettivo principale di sostenere il reparto di ematologia di Teramo e la ricerca scientifica per la cura delle patologie onco-ematologiche”.