Acqua, luce e gas: “disattese le agevolazioni per i cittadini dei comuni del cratere”

Le agevolazioni previste dall’Arera sul servizio idrico, energia elettrica e gas per i cittadini dei comuni del cratere sarebbero state disattese da alcuni fornitori che hanno inviato comunque le bollette da pagare.

E’ quanto fanno sapere Dante Di Carlo di Federconsumatori Teramo e Luigi Scaccialepre di Spi Cgil Teramo, che sottolineano: “un certo numero di utenti ha ricevuto bollette ed ha già corrisposto per intero le prime rate dei consumi relativi al periodo sospeso. L’azzeramento degli oneri incidono per circa il 50% del costo complessivo di ogni bolletta di pagamento”.

“L’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA)”, spiegano ancora nella nota, “ha previsto per un periodo di tre anni, (2017- 2018- 2019) specifiche agevolazioni a favore dei cittadini che risiedevano o erano comunque titolari di utenze (energia elettrica, gas, acqua) nei Comuni del cratere (Campli, Castel Castagna, Civitella del Tronto, Colledara, Cortino, Crognaleto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Montorio al Vomano, Pietracamela, Rocca Santa Maria, Torricella Sicura, Tossicia, Valle Castellana). Tali agevolazioni, con delibera della stessa Autorità del 3 Marzo 2020, sono state prorogate prevedendo la sospensione dei pagamenti a tutto il 2020, con ripresa della fatturazione e rateizzazione nel corso del 2021”.

In particolare: “Per l’energia elettrica e gas: Azzeramento degli oneri relativi alla distribuzione, al trasporto e alla gestione del contatore e Azzeramento della spesa relativa agli oneri di sistema. Per il servizio idrico: azzeramento corrispettivi tariffari per acquedotto, fognatura, depurazione e componenti tariffarie UI di perequazione. Con ripresa della fatturazione nel 2021 con rateizzazione in 36 mesi”.

Federconsumatori si è già attivata per “contrastare l’incomprensibile iniziativa dei fornitori, ma invita i cittadini interessati a seguire attentamente l’evoluzione della vicenda, sia sugli addebiti dei costi agevolati, che sulla proroga delle agevolazioni”