-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Giulianova, la vicenda giudiziaria della Di.Ba. Metalli: 34 lavoratori senza stipendio da 2 mesi NOSTRI SERVIZI

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 30 Agosto 2021 @ 13:01


Futuro incerto per i 34 dipendenti della Di.Ba. Metalli di Giulianova che questa mattina si sono ritrovati in assemblea dinanzi ai cancelli dell’azienda su iniziativa di Cgil, Cisl e Uil che stanno seguendo l’evolversi della situazione giudiziaria della ditta.

Nello scorso mese di giugno il socio di maggioranza della Di.Ba. Metalli è stato arrestato, assieme ad altre 8 persone, perché coinvolto in una maxi inchiesta della Procura di Chieti su un presunto traffico illecito di rifiuti e presunte emissioni di fatture per operazioni inesistenti. Conti correnti bloccati, sequestro dell’azienda e lavoratori senza stipendio.

Recentemente c’è stato il dissequestro dei capannoni ma la vicenda è ancora piuttosto complicata sotto l’aspetto giudiziario con le maestranze che ad oggi hanno percepito una sola mensilità, quella di giugno.

C’è preoccupazione ma anche grande compostezza tra i 34 dipendenti della Di.Ba. Metalli, un’azienda sana con tante commesse ma che all’improvviso è stata risucchiata nel vortice giudiziario che ha coinvolto il socio di maggioranza.

I lavoratori senza uno stipendio da 2 mesi attendono notizie dalle organizzazioni sindacali che hanno preso in mano la situazione per trovare il giusto canale per arrivare a quegli ammortizzatori sociali che diano alle maestranze garanzie dal punto di vista economico.

I sindacati il 22 luglio scorso hanno inviato una richiesta al tribunale per sollecitare quanto meno il pagamento di giugno. Le maestranze temono comunque per il loro futuro.

-- FINE ART -
-- ART CORR OUTB --
-- ALTRI ART CORR -- -- ALTRE NEWS --

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate