Roseto, Bruscia: ‘siamo pronti per l’estate ma aspettiamo le indicazioni del CTS’

Roseto. Sarà la 19esima edizione del Premio di saggistica ad aprire quest’anno il calendario delle manifestazioni estive che l’assessore alla Cultura Carmelita Bruscia sta predisponendo a partire dalla fine di giugno.

Si tratta di un cartellone che risente necessariamente dei condizionamenti delle decisioni del Comitato tecnico scientifico che sta riflettendo proprie sulla calendarizzazione e sulle modalità per consentire la riapertura di cinema, palestre, ristorante e spettacoli in sicurezza. Da qui anche la necessità di attendere date e indicazioni del Governo per poter uscire con un cartellone ufficiale. Ma del resto, come evidenzia l’assessore, all’attendismo dell’amministrazione corrisponde anche la prudenza delle associazioni, visto che all’ente sono ancora poche le proposte che stanno arrivando forse proprio in ragione della necessità di capire cosa sarà consentito dal Governo.

“Di sicuro – dichiara la Bruscia – è volontà dell’amministrazione tentare di garantire quantomeno le manifestazioni ufficiali del Comune anche se con formule rivisitare. Penso alla Mostra dei vini, a Roseto Opera Prima o alla Rievocazione storica di Montepagano a cui sto lavorando – dichiara Bruscia – ma non solo. Abbiamo in animo di riproporre il cinema all’aperto, serate con fiabe animate per i bambini, una mostra di auto d’epoca, ma anche degustazioni di cerasuolo in riva al mare. Alcuni appuntamenti musicali, come la concertistica all’Arena 4 palme o serate folkloristiche abruzzesi, siamo già in grado di poterli confermare, ma stiamo lavorando anche per ospitare nomi illustri per serate culturali. Per il momento è assicurato un primo appuntamento a fine maggio con il noto costituzionalista Michele Ainis che presenterà il suo libro ‘Disordini’, ma sto sondando anche la disponibilità per garantire nuovi appuntamenti. È evidente che in questa fase ci vuole cautela, ma sulla scorta di quel che era consentito lo scorso anno ci stiamo attivando per riproporre iniziative già messe in campo nella passata stagione”.

“Noi come amministrazione, e compatibilmente con le esigenze di bilancio, siamo pronti a supportare e a mettere in campo ogni intrattenimento consentito per proporre un’estate godibile ma è chiaro che non possiamo fare fughe in avanti prima che il Governo chiarisca cosa autorizzare in relazione all’andamento della campagna vaccinale”, conclude Bruscia.