-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Sant’Omero, in ospedale nuova Tac e centro regionale di farmacovigilanza FOTO VIDEO

Ultimo Aggiornamento: domenica, 14 Gennaio 2018 @ 23:49

Il centro regionale di Farmacovigilanza trova ospitalità nell’ospedale di Sant’Omero.

 

Finalità e obiettivi del servizio, affidato alla Asl di Teramo, attraverso una delibera della giunta regionali, sono stati illustrati questa mattina in una conferenza stampa che si è tenuta nell’atrio del Val Vibrata alla presenza del manager Roberto Fagnano, degli assessori regionali Silvio Paolucci e Dino Pepe e di Ilenia Senesi, dirigente farmacista nella Asl Teramana e responsabile del centro.

“Credo che, per la ASL di Teramo, questo sia un successo, commenta il manager Roberto Fagnano.

“Veder riconosciuta la capacità della nostra Azienda di coordinare, attraverso importanti professionalità, un’attività fondamentale a tutela della salute di tutti i cittadini italiani è per me motivo di orgoglio. Auguro alla dottoressa Senesi di raggiungere risultati rilevanti in questo suo nuovo ruolo.”

 

In Europa, è stato stimato che il 5% di tutti gli accessi in Ospedale sono dovuti a reazioni avverse ai farmaci (ADR), che il 5% di tutti i pazienti già ricoverati in ospedale presenta una ADR e che le ADR sono al quinto posto tra le cause di morte in ospedale.

Dati tanto impattanti in termini numerici, hanno fatto sì che le normative in vigore in tutti i Paesi dell’Unione Europea, siano particolarmente stringenti e prevedano importanti azioni di farmacovigilanza, proprio per ridurre il numero e la gravità delle reazioni avverse ai farmaci.

Dal dato generale a quello particolare, rappresentato poi dalla nascita proprio nell’ospedale di Sant’Omero del centro.

La conferenza stampa è stata l’occasione anche per fare il punto della situazione per quanto concerne i servizi legati alla radiologia. Come la nuova Tac e la risonanza magnetica.

Il manager Fagnano ha anticipato è in arrivo una nuova Tac al Val vibrata (macchinario di ultima generazione a 256 strati) che dovrebbe essere operativa nel giro di 40 giorni. Il vecchio macchinario, vetusto, è fuori servizio e per il nuovo è stata già attivata una procedura di gara che dovrebbe perfezionarsi nel giro di 40 giorni. Tempi più lunghi (circa 6 mesi) per la risonanza magnetica con la necessità di adattare gli spazi.

 

IL VIDEO

[mom_video type=”youtube” id=”zaLGV0ZyUtk”]

 

[mom_video type=”youtube” id=”0iyjMKnuyNQ”]

 

[mom_video type=”youtube” id=”was9XjerSwo”]

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,933FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate