Giulianova, patto di ferro Arta-Comune per il controllo sulle acque

riunione con direttore ARTAUn vero e proprio patto per la tutela delle acque di balneazione con una serie di controlli mirati che interessano i fiumi. Tra Arta, l’agenzia regionale per la tutela dell’ambiente, e il Comune di Giulianova.

L’argomento è stato affrontato nel corso di un incontro a Palazzo di Città con Mario Amicone, direttore dell’Arta. Erano presenti il sindaco Francesco Mastromauro, gli assessori all’Ambiente e al Turismo, Fabio Ruffini e Gianluca Grimi.

C’era anche Archimede Forcellese, consulente del sindaco per le questioni relative alle acque di balneazione, nonché Claudio Ruffini e i componenti della Consulta comunale sul turismo presieduta da Marco Di Carlo.

Nell’occasione Forcellese ha illustrato al direttore Amicone la situazione delle acque di balneazione relativamente a Giulianova, con un occhio all’intera Provincia di Teramo. Si è evidenziato come i fiumi, dati alla mano, costituiscano la principale criticità.

Infatti, una buona parte dei prelievi fatti in Abruzzo negli ultimi quattro anni nei punti di campionamento prossimi alle foci hanno dato esito sfavorevole, con il superamento dei limiti stabiliti dalle norme vigenti in materia. Nel corso dell’incontro sono state esposte anche alcune problematiche riguardanti la gestione delle acque di balneazione per il grande impatto che possono avere.

“Si tratta”, ha dichiarato il primo cittadino, “di problematiche di semplice risoluzione e che potrebbero essere superate con una maggiore sinergia tra i vari Enti coinvolti quali la Regione, l’Arta e i Comuni”. Amicone ha riconosciuto la validità delle tesi esposte, condividendo la necessità di aumentare, nel rispetto dei ruoli, le interazioni tra l’Arta stessa e i Comuni. Nuovo incontro tra le parti agli inizi del nuovo anno.