- SPECIALE ELEZIONI -
6.5 C
Abruzzo
martedì, Luglio 5, 2022
HomeNotizie PescaraCronaca PescaraA Pescara le arance della solidarietà contro mafia e sfruttamento

A Pescara le arance della solidarietà contro mafia e sfruttamento

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 20 Dicembre 2021 @ 12:12

Pescara. Tornano a Pescara fino a mercoledì  23 dicembre oltre 1300 Kg di agrumi e non solo, a sostegno dei piccoli produttori di Sos Rosarno.

Centrotrenta chili di “arance sospese” saranno donate alle famiglie dei ragazzi e delle ragazze della Scuola Popolare di Oltre il Ponte APS, grazie all’iniziativa di Rifondazione Comunista che, nel suo Spazio sociale, distribuirà fino a mercoledì  oltre 1300 chili tra agrumi, kiwi, patate e melograni contro mafia, sfruttamento e lavoro schiavo.

“Nel nostro Paese”, spiegano Di Sante e Belfiglio di RC Pescara, “ogni anno migliaia di schiavi della terra vivono e lavorano in condizioni disumane e da ottobre ad aprile vengono sfruttati all’inverosimile fino a non ricevere, in alcuni casi, la paga. Rosarno come Castel Volturno, Palazzo san Gervasio, Foggia, Nardò, Saluzzo, Potenza e non solo. Ghetti senza acqua né luce, guerra tra poveri e sfruttamento, è questo il capitalismo nelle campagne, la lunga filiera che porta il Made in Italy sugli scaffali del mondo e garantisce i profitti alle grandi aziende,  la Grande Distribuzione Organizzata ha incrementato i suoi profitti ed il suo sistema di arricchimento sulle spalle di contadini e braccianti”.

“Per questo”, aggiunge Camilla Serafini di LaPaz Centro Italia, “abbiamo deciso di distribuire tramite un canale autorganizzato gli agrumi, i kiwi, i melograni e le patate della rete contadina Sos Rosarno in Calabria nella Piana di Gioia Tauro. Un’esperienza di agricoltura sostenibile che usa una parte dei ricavati per iniziative di solidarietà e per finanziare la lotta per i diritti dei lavoratori della campagna. I prodotti provengono da agricoltura biologica certificata e il nostro è un piccolo gesto per sostenere i piccoli produttori, il rispetto della terra e della dignità umana dei braccianti, per dimostrare che esiste un’alternativa alla grande distribuzione e alle catene di sfruttamento”.

Quest’anno l’iniziativa è all’interno della cornice delle attività di LaPaz – Centro Italia una rete di associazioni che ha accolto in Abruzzo e nelle regioni limitrofe la Gira Zapatista, il viaggio in Europa di diverse delegazioni dalle comunità contadine del Chiapas, nel sud-est del Messico, che praticano l’autogoverno del proprio territorio.

L’arrivo degli agrumi dalla Calabria è frutto anche del supporto logistico e organizzativo del mercato contadino di San Vito Chietino. “Infine, grazie alla solidarietà attiva di chi ha effettuato già gli ordini, distribuiremo 130 Kg di arance sospese alle famiglie dei  ragazzi e delle ragazze (dalle elementari alle superiori) che frequentano la Scuola Popolare promossa settimanalmente dall’Associazione di Promozione Sociale Oltre il Ponte di Pescara per dare sostegno allo studio pomeridiano di studenti e studentesse”, concludono i rappresentanti di Rc e LaPaz.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'