-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Mattarella in Abruzzo per l’anniversario della battaglia di Tagliacozzo FOTO VIDEO

Ultimo Aggiornamento: sabato, 6 Luglio 2019 @ 14:43

Nel momento politico delicato quale è quello che stiamo vivendo, la sua presenza quale nostro graditissimo ospite, signor Presidente, assume una particolare valenza e ci predispone ad affrontare tutti insieme, con serenità e con determinazione, le sfide che ci attendono”.

 

Con queste parole il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha salutato questa mattina il Presidente della Repubblica, Sergio Matterella, che ha fatto visita nella Marsica per celebrare il 750mo anniversario della Battaglia di Tagliacozzo. La battaglia, che si consumò il 23 agosto 1268, vide su schieramenti diversi le truppe di Carlo I d’Angiò di parte Guelfa e i Ghibellini sostenitori di Corradino di Svevia, il giovane re che aveva solo 16 anni, che vennero sconfitti.

 

La giornata ha avuto inizio a Tagliacozzo dove il Presidente della Repubblica è stato ricevuto dal presidente Marsilio, dal Sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio e da quello dell’Aquila, Pierluigi Biondi. Qui, dopo aver ascoltato il saluto del sindaco e di una studentessa e di uno studente del locale Istituto Superiore per il Turismo, Mattarella ha preso parte alla cerimonia di svelamento della statua di Dante Alighieri, nel Piazzale della Stazione dedicato allo stesso Sommo Poeta, che nel canto XVIII dell’Inferno cita il luogo della battaglia “dove sen’arme vinse il vecchio Alardo”. Dopo la cerimonia, il sindaco Giovagnorio ha consegnato al Presidente della Repubblica le Chiavi della Città.

 

Dopo una breve tappa a Scurcola Marsicana, dove il Capo dello Stato ha assistito all’esecuzione di un brano musicale inedito all’interno della Chiesa di Santa Maria Vittoria, la giornata si è conclusa ad Avezzano, nel Teatro dei Marsi, dove c’erano ad attendere il Presidente Mattarella, il commissario prefettizio di Avezzano, Mauro Passarotti, i 37 sindaci dei comuni della Marsica e Gianni Letta. In un teatro gremito di popolazione intervenuta a salutare il Presidente della Repubblica, si sono tenute le prolusioni di due storici sul significato politico e sociale della Battaglia di Tagliacozzo e il saluto di Gianni Letta a nome di tutta la “Gens Marsicana”. Nel suo intervento di ringraziamento al Capo dello Stato per la visita in Abruzzo, Marsilio ha detto che “la giornata di oggi, che è soprattutto di rievocazione storica, ci offre la possibilità di alzare lo sguardo verso il futuro”. Citando Alessandro Manzoni, Marsilio ha detto che “la storia è la guerra contro il tempo in quanto chiama a nuova vita fatti ed eroi del passato e la Battaglia di Tagliacozzo, che ha descritto dante Alighieri nella sua Divina Commedia, rappresenta una delle pagine più significative della nostra storia antica: noi oggi sappiamo che siamo figli di quella storia e che l’Italia e l’Europa che abbiamo ereditato sono frutto anche di quell’evento che è stato uno snodo fondamentale che cambiò le sorti politiche della nostra Penisola e dell’Europa intera”.

 

 

“La visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è un onore per l’Abruzzo” è quanto dichiara il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri che ha partecipato al Teatro dei Marsi di Avezzano alla commemorazione della Battaglia di Tagliacozzo tra Corradino di Svevia e Carlo D’Angiò. “Ho avuto il piacere di stringere la mano al Presidente della Repubblica a nome di tutti gli abruzzesi – ha detto Sospiri –E’ stata una grande emozione vederlo e poterlo ascoltare. Ho condiviso e apprezzato la parte del discorso in cui il Capo dello Stato ha ricordato l’importanza dell’intero territorio del nostro Paese, particolarmente delle sue aree interne che vanno difese e tutelate. E’ quello che stiamo cercando di fare sia come Consiglio regionale che come Regione Abruzzo – aggiunge Sospiri –  L’Abruzzo, in particolare, è una regione dove le aree interne rappresentano valori storici, culturali, architettonici, ambientali di una straordinaria importanza. Non abbandonare le aree interne – conclude il Presidente dell’Assemblea regionale – vuol dire difendere l’unitarietà dell’Abruzzo”.

 

Giovanni Legnini. La visita del Presidente Mattarella oggi nel territorio della Marsica rappresenta un evento di eccezionale rilevanza. Con la partecipazione alla ricorrenza del 750* anniversario della battaglia di Tagliacozzo tra Svevi ed Angioini sui campi Palentini di Scurcola Marsicana, il Presidente ha inteso evidenziare il grandissimo rilievo storico di vicende che costituirono una svolta epocale per l’assetto geopolitico italiano ed europeo nei secoli successivi.

 

Già con la visita a Casoli e a Taranta, il 25 aprile dello scorso anno, il Presidente Matttarella ebbe a sottolineare che la resistenza italiana nacque in Abruzzo sulle montagne della Maiella. Il suo legame consolidato con la nostra regione sta contribuendo in modo decisivo a far emergere il ruolo primario del territorio e delle popolazioni abruzzesi in passaggi storici fondamentali per l’Italia e per l’Europa. Un ringraziamento va ai Sindaci della Marsica, e in primo luogo a quelli di Tagliacozzo e Scurcola, per aver promosso l’evento, ed a tutti coloro che ne hanno garantito la piena riuscita.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate