Fossacesia, problemi alla pubblica illuminazione: la giunta comunale interesserà l’autorità giudiziaria

Fossacesia. A seguito delle ripetute ed inspiegabili interruzioni di corrente alla pubblica illuminazione, la Giunta Comunale di Fossacesia, nei giorni scorsi, si ė riservata la facoltà di interessare l’Autorità Giudiziaria per eventuali indagini attraverso cui capire quali sono le cause che portano a questo– a comunicarlo è la Giunta Comunale di Fossacesia, a margine di una riunione che si è tenuta nei giorni scorsi.

“E’ da quasi un anno e mezzo – si legge nella nota della Giunta Municipale- che alcune zone di Fossacesia, di punto in bianco, restano al buio e non riusciamo a comprenderne le ragioni. Si, sicuramente l’impianto ha qualche difficoltà , sicuramente la grandinata del 2019 ha provocato non pochi danni, ma nulla giustifica il verificarsi di tali fenomeni ed è per questo riteniamo opportuno interessare l’Autorità Giudiziaria”.

Oltre alle indagini da parte dell’Autorità Giudiziaria, la Giunta Comunale, insieme al Responsabile di Settore, ha disposto che la nuova ditta che si è aggiudicata l’appalto per la manutenzione della pubblica illuminazione, la SC Impianti di Chieti, provveda ogni 15 giorni alla verifica puntuale di tutto l’impianto, così da comprendere dove ed in che modo intervenire, anche per la sostituzione delle lampade fulminate La pubblica illuminazione di Fossacesia ha un impianto che necessita di interventi di ammodernamento strutturale su cui l’Amministrazione Comunale intende investire risorse di bilancio, puntando principalmente sull’efficientamento energetico.

“Dobbiamo stare al passo con i tempi – spiegano il sindaco Enrico Di Giuseppantonio e l’assessore Danilo Petragnani – e questo significa anche investire soldi sull’efficientamento energetico su cui già in passato abbiamo puntato in alcuni edifici scolastici. La modernizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione esterna ci consentirà, a fronte di una spesa iniziale, un consistente risparmio energetico, quindi una riduzione dei consumi, di cui potrà beneficiare tutta la cittadinanza”.