Ospedale Chieti, si incatena all’ingresso per le liste d’attesa: ‘Mi istigano al suicidio’

Chieti. Un uomo di Sant’Eusanio del Sangro, Paolo De Titta, si è incatenato per protesta all’ingresso del policlinico di Chieti. L’uomo manifesta contro le liste di attesa, 24 mesi per una ecografia e sei mesi per una visita ortopedica.

In uno dei cartelli che ha affisso accanto a sé chiede l’intervento del Prefetto di Chieti e annuncia di aver sospeso da oggi qualsiasi medicina fino a quando qualcuno non gli darà risposta;

sullo stesso cartello è scritto “mi stanno istigando al suicidio”.